gtag('config', 'UA-102787715-1');

La storia dell’identità segreta di Freddie Mercury

Siete sicuri di conoscere tutto ciò che c’è da sapere sulla figura di Freddie Mercury? Il leader dei Queen ha certamente fatto la storia ed è stato in grado, attraverso la sua immagine, di determinare un cambiamento importantissimo nella storia della musica. Abbiamo, anche attraverso i racconti che sono arrivati da sua madre, Mary Austin, Jim Hutton o Peter Freenstone, avuto modo di conoscere tanti particolari sulla sua vita e sulla sua figura, conoscendo anche misteri e segreti che potevamo ignorare. Eppure, c’è un particolare che forse non tutti conoscevano, e che riguarda l’identità segreta di Freddie Mercury: vi parliamo della storia di Larry Lurex, e di come è stato determinante nel successo del primo album dei Queen. 

La collaborazione tra Freddie Mercury e Robin Geoffrey Cable

Prima di parlare della scelta che ha portato Freddie Mercury ad assumere l’identità di Larry Lurex vale la pena considerare la collaborazione tra Freddie Mercury e Robin Geoffrey Cable, che ha portato alla nascita del rimaneggiamento di I Can Hear Music, vecchio successo dei Beach Boys.

Per la realizzazione di questo lavoro Freddie Mercury si servì anche di Brian May e Roger Taylor, che realizzarono il primo prodotto discografico dei Queen (prima ancora della pubblicazione del primo album in studio della band britannica). Il risultato fu un sostanziale fiasco, se si analizzano le vendite del brano stesso, nonostante la strategia che venne utilizzata per la sua promozione. Ancora oggi, se si pensa a I Can Hear Music, lo si associa soltanto alla figura di Freddie Mercury. 

Perchè Freddie Mercury scelse lo pseudonimo Larry Lurex?

Sulla base di quanto precedentemente detto, a questo punto, vale la pena porsi l’interrogativo: perchè Freddie Mercury scelse lo pseudonimo Larry Lurex per firmare la sua collaborazione con Robin Geoffrey Cable? Il motivo è piuttosto semplice ed è, in qualche modo, strettamente correlato al grande successo che i Queen hanno iniziato ad ottenere con la pubblicazione del loro primo album in studio – l’omonimo debutto discografico, che non rappresenta per questo motivo il primo lavoro della band -, benchè il grande successo ci sia stato a partire dal secondo album in poi.

La imminente pubblicazione del primo album in studio dei Queen andava a coincidere con il lancio del pezzo che Freddie Mercury aveva realizzato con la collaborazione di Robin Geoffrey Cable e ciò caratterizzava più di un semplice problema. Innanzitutto una doppia pubblicazione avrebbe sviato non poco i fan della formazione britannica, che non avrebbero saputo a cosa riferirsi e cosa acquistare. In secondo luogo, le sonorità presenti all’interno del singolo non rispondevano a quel tipo di musica che i Queen volevano proporre. 

Larry Lurex fu la scelta obbligata per questa pubblicazione e, in qualche modo, provocò anche una reazione negativa: il nome scelto per l’identità segreta di Freddie Mercury era una parodia del nome scelto dal cantante Gary Glitter, che infatti reagì in modo tutt’altro che positivo. Oltre tutto, il lurex era ampiamente utilizzato sugli abiti glam, a dimostrazione di una scelta azzeccata che creò l’identità segreta di Freddie Mercury.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.