gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le 5 band che non si sono mai “svendute”

LA COPERTINA È IRONICA.
Il rock spesso tradisce sé stesso
. Quante volte abbiamo visto una band partire a tutta forza, digrignando i denti e con il coltello in bocca (come John Rambo)? Un sacco di gruppi e di artisti. E ne abbiamo visti altrettanti che, una volta trovata la chiave del successo, hanno ceduto alle richieste del Dio Denaro e hanno continuato a fare sempre la stessa solfa. O inseguire le mode. E sì, stiamo parlando anche di un certo Luciano di Correggio (scherziamo, povero Luciano, gli vogliamo bene). Eccovi le 5 band che non si sono mai svendute.

CONVERGE

La caratteristiche principale di questa band hardcore noise rock – post rockmetalcore sono le suddette. I principi della band sono sempre stati onesti e leali, ossia spingere sempre al massimo fregandosene altamente di finanze e pressioni economiche. Tutti gli album sono spinti, ma veramente spinti. Alcuni direbbero inascoltabili, ma non è proprio così. A voi piacciono? Sicuramente, di commerciale non hanno fatto proprio nulla…

DAVID BYRNE

Wikipedia, quando si visiona la sezione “genere” di David Byrne, presenta solamente il genere “rock“. Non hard rock, non art rock, non progressive. Solo rock. Questo a significare che l’ex cantante e mente dei Talking Heads è una personalità incredibile che non si è mai venduto al mainstream. Come tipologia di approccio musicale, si avvicina a David Bowie per aver influenzato costantemente il rock, senza mai scadere nell’usato facile.

RAGE AGAINST THE MACHINE

Probabilmente, i Rage Against The Machine sono tra le migliori band live degli ultimi anni. In particolare, il gruppo ha sempre dato modo di mostrare quanto fossero arrabbiati contro la società e contro la minestra riscaldata. Il quintetto, nativo della California, ha da sempre il merito di impegnarsi seriamente per dire la verità senza alcun cedimento al soldino facile.

TOOL

C’è una ragione per cui Fear Inoculum, l’ultimo album dei Tool, sia stato un successo così grande. E stavolta la campagna promozionale c’entra relativamente. I Tool hanno sempre fatto di testa loro, soprattutto negli anni Novanta, come portavoce del crescente movimento Metal californiano. In più, Fear Inoculum è uscito 13 anni il precedente. Si spiega da solo, no?

NIRVANA

I re dell’anti-mainstream. Sarebbe bastato pochissimo per diventare tutto ciò che loro odiavano, soprattutto dopo il grande successo di Nevermind. Sarebbe bastato poco per fare un disco poprock molto smieloso, fintamente arrabbiato. E invece Kurt Cobain e compagni fecero uscire In Utero che non è proprio mainstream

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.