gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le 5 canzoni Hard Rock più disturbanti di sempre

Sin dai suoi albori, l’Hard Rock si è affermato come un genere da non sottovalutare. Si tratta di un’appendice particolarmente variegata ed aggressiva del Rock, capace di tessere arabeschi melodici incisivi quanto impegnati. Nel corso della storia, i grandi protagonisti dell’Hard Rock si sono concentrati sulla composizione di brani dalle fattispecie concrete, trattanti tematiche delicate e vertendo su testi di stampo particolarmente critico. In alcuni casi, però, le canzoni Hard Rock sono riuscite a trattare tematiche capaci di trascendere l’ordinario, arrivando ad essere addirittura disturbanti all’ascolto.

Lo status sgradevole dei brani, comunque, è spesso riconducibile ad una moltitudine di fattori differenti. Talvolta, infatti, non sono gli argomenti del testo a destare il disappunto degli ascoltatori quanto, piuttosto, le sezioni strumentali. In ogni caso, parliamo di canzoni acerbe, dai tratti grossolani che, agli albori del Rock e del Metal, hanno, per certi versi, funto da apripista alle rivoluzioni soniche dei capostipiti dei generi. Col passare degli anni, comunque, queste canzoni non sono state rivalutate; anzi, talvolta, le denigrazioni dei fan si sono amplificate ulteriormente, nella speranza che finiscano nel dimenticatoio. In quest’articolo, abbiamo raccolto alcune delle canzoni Hard Rock più disturbanti mai scritte nella storia della musica moderna.

5) Marilyn Manson – Antichrist Superstar

Nella seconda metà degli anni ’90, il volto del Rock aveva bisogno di un cambiamento ulteriore dopo la rivoluzione sonica del Grunge che riportò in auge gli antichi valori del genere. Mentre i grandi del Pop Punk avevano appassionato un’intera generazione grazie ai loro brani di stampo catchy e dal ritmo travolgente, il Metal godeva della potenza nichilista della corrente Nu. Fu allora che Marilyn Manson sovvertì gli schemi dell’industria musicale, terrificando i vertici dello show business, insieme a milioni di persone che rimasero estasiati dal suo sound. Per quanto disturbanti possano essere considerate, in effetti, le canzoni del Reverendo hanno raccolto centinaia di migliaia di ascoltatori, devoti all’Hard Rock ricco di contaminazioni proposto dall’artista sin dai suoi albori. Antichrist Superstar rappresentò l’epitome del sound del Reverendo.

4)  Black Sabbath – Black Sabbath

Sin dal loro insediamento sulle scene, i padri dell’Heavy Metal, si affermarono come una band brutale e senza scrupoli. Nel corso degli anni, i Black Sabbath hanno cementato la loro reputazione, attraverso un sound impressionante ed una caratura lirica al quanto singolare. Il brano a loro omonimo, fu un’esplosione di terrore allo stato puro, che faceva da sfondo ad un testo dai tratti particolarmente inquietanti, declamante un’esperienza ultraterrena vissuta dal cantante del gruppo, Ozzy Osbourne.

3) Queens Of The Stone Age – Sick Sick Sick

I Queens Of The Stone Age sono riusciti a riportare in vetta sonorità che strizzavano l’occhio al Rock Classico in un periodo storico in cui la musica suonata veniva principalmente relegata ad una nicchia ristretta di ascoltatori. Sebbene siano saliti sul tetto del mondo attraverso hit straordinarie dal ritmo travolgente, con Sick Sick Sick il gruppo volle stravolgere completamente le carte in tavola. Il brano esplica gli orrori di una società distruttiva e corrotta, espiati attraverso le atmosfere disturbanti tessute dalle linee vocali di Josh Homme e dal riff su cui il brano si basa, composto da un solo accordo ripetuto. Sick Sick Sick è una delle canzoni più disturbanti nella storia dell’Hard Rock.

2) Alice Cooper – Cold Ethyl

Quando si parla di Shock Rock, Alice Cooper rappresenta un punto di riferimento brillante come nessun’altro. Il leggendario artista seppe affermarsi come il simbolo di una rivoluzione sonica dalle fattispecie terrificanti, attraverso Show ai limiti del verosimile e brani dalle atmosfere oscure e sinistre. Persino quando si pensò che Cooper avesse dato vita ad una meravigliosa canzone d’amore, questa si rivelò, in realtà, come uno dei brani più disturbanti nella sua intera discografia. Cold Ethyl, infatti, è una canzone capace di versi meravigliosi nei confronti di una donna chiamata Ethyl, amata dal protagonista, ma deceduta da diverso tempo.

1) Nine Inch Nails – Closer

Tratta dal loro tenebroso capolavoro, The Downward Spiral, Closer è una delle canzoni più disturbanti nella storia dell’ Hard Rock. Il brano tratta tematiche deplorevoli, collegate al peccato mortale della lussuria; concedendosi ripide cadute in un baratro oscuro di raccapriccianti perversioni. Il brano sembra essere stato composto con il solo proposito di terrificare gli ascoltatori.

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.