gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le 5 canzoni metal più strane della storia

Quali sono le 5 canzoni metal più strane della storia? Si tratta di canzoni speciali, forse inaspettate, su alcuni album metal che sono considerate da alcuni degli esperimenti musicali molto audaci, per altri dei tentativi di far diventare cult dei brani non così eccezionali. L’industria della musica ha le sue regole da sempre e, a volte, i musicisti devono sperimentare per attirare nuovi fan. Questi i tentativi a volte sono incredibili come la canzone dei Pantera Suicide Note Pt. 1. Si tratta di una ballad acustica che non sembra neanche metal dal momento che si avvicina molto al country. Il pezzo è molto amato dai fan soprattutto per la sua melodia e per la capacità del gruppo di non essere solamente forti e aggressivi, ma anche dolci e soavi.

Unretrofied dei Dillinger Escape Plan

Il Dillinger Escape Plan forse non sono tra le band più importanti e conosciuti nel panorama metal (anche in Italia). La band si è molto spesso dedicata a composizione relativamente rumorose grazie alla sensibilità veramente folle di Ben Weinman, il suo storico leader. In poche parole non è sicuramente per tutti, sicuramente ma anche lui ha momenti di semplicità e melodia. “Unretrofied“, pezzo tratto dall’album “Miss Machine”, è diverso dal resto e sembra davvero una band differente rispetto al solito. Non vi diciamo altro, andate a vedere il videoclip (trasmesso all’epoca anche su MTV).

Word Up dei Korn

I Korn del 2004 erano in una brutta situazione. Le dipendenze dalle droghe e i problemi personali avevano preso il sopravvento e la band viveva anche delle divergente artistiche che creavano solo che problemi. La band scrisse un pezzo in particolare intitolato “Word Up” che sorprese davvero tutti. Il pubblico e i fan storici della band non presero benissimo questa canzone, definita come qualcosa di troppo commerciale in una band che di commerciale non aveva avuto moltissimo. In realtà, la canzone non è affatto male, così come il particolare videoclip. Il pezzo venne incluso nella compilation della band “The Essential” e pensate che ci sta benissimo.

Vermilion pt. 2 degli Slipknot

L’attesissimo terzo album della band di Corey Taylor intitolato “vol. 3: The Subliminal Verses” rappresentò l’evoluzione della band, dal Nu-metal al metal talvolta sperimentale. Questo comportava anche la creazione di una canzone del genere, ovvero una ballad acustica d’amore a tutto tondo. Improvvisamente, molte ragazze si innamorarono degli Slipknot e la band non era più vista come spaventosa e paurosa come prima. La canzone venne anche accettata abbastanza bene dai fan, ma c’è una buona ragione per cui non venne mai suonata dal vivo. Ovviamente avrebbe stonato moltissimo con gli pezzi decisamente aggressivi.

Los dei Rammstein

Uno degli album più sperimentali e interessanti della band è “Reise Reise”, che è probabilmente il più vicino a ad un concept album che altro. La canzone “Los” divenne la prima canzone tutta acustica dei Rammstein e fu davvero inaspettata. Ci si aspetta di sentire le chitarre pesanti, ma non ci sono mai. Nonostante la mancanza di un guadagno elevato e di un gran successo discografico, la canzone è tra le preferite dai fan in quanto è sia facile da suonare alla chitarra sia un’ottima traccia da ascoltare. Queste erano le le 5 canzoni metal più strane della storia.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.