gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le 5 chitarre acustiche più costose di sempre

La chitarra è uno degli strumenti musicali più popolari in assoluto. Giocando un ruolo fondamentale nelle band, le chitarre si sono guadagnate un posto di rilievo nel cuore di milioni di appassionati. Lo strumento, inoltre, si è rivelato, in diverse occasioni, perfetto anche da solo. Le chitarre sono strumenti musicali innovativi, eleganti e mutevoli. Ognuno può ritrovare lo strumento che fa per sé nella vasta gamma di chitarre disponibili sul mercato, di tipo, forma, stile e colori completamente diversi gli uni dagli altri.

La chitarra, del resto, ha origini antichissime; provenendo dal liuto a corda e accostandosi alla forma con cui è arrivata ai nostri giorni già in età Rinascimentale.  Ovviamente, la rivoluzione sonica del Rock della seconda metà del XX Secolo, ebbe come protagonista uno strumento totalmente ridisegnato, dalle caratteristiche uniche e, di sicuro, più elevate rispetto al passato. Nel corso degli anni, comunque, le chitarre acustiche non sono sparite, trattandosi di strumenti affascinanti e alla portata di tutti. In quest’articolo, abbiamo raccolto alcune delle chitarre acustiche più costose di sempre.

5) Martin OM-45 Deluxe

Da molti considerata come il Sacro Graal delle chitarre acustiche, la Martin OM-45 Deluxe del 1930 è un oggetto del desiderio molto agognato dai collezionisti più abbienti. Si tratta di uno strumento, il cui apporto sullo sviluppo dell’industria musicale moderna, è stato particolarmente profondo. Uno di questi strumenti venne battuto all’asta per 300 mila Dollari a New York. Si tratta di una cifra astronomica per una chitarra acustica, ciò nonostante, deluse il proprietario. La chitarra, infatti, avrebbe dovuto raggiungere un picco stimato di circa 2 Milioni di Dollari.

4) Martin D-45

Martin è un’azienda iconica nel mondo degli strumenti acustici. Si tratta di un brand di chitarre dalla qualità eccelsa; prediletto da gran parte dei mostri sacri della musica contemporanea. Ad oggi, le Martin Vintage toccano cifre astronomiche quando messe in vendita. Le chitarre acustiche Martin prodotte prima della II Guerra Mondiale, sono tra le più costose in assoluto. La D-45 è uno dei modelli più rappresentativi di casa Martin. Questi strumenti, quando costruiti prima degli anni ’30 del ‘900, arrivano a costare anche 20 volte di più rispetto a quelli costruiti in epoca più recente, nonostante presentino ben poche differenze con questi ultimi. Una Martin D-45 di quell’epoca, viene valutata tra i 320 e i 400 mila Dollari.

3) D’Angelico New Yorker Teardrop

Nel 1957, un musicista di nome Pete Giardi, membrò della band The Teardrops, commissionò a John D’Angelico uno strumento a forma di lacrima che richiamasse al nome del gruppo in cui militava. “Teardrop”, infatti, in italiano si traduce “lacrima” . Il risultato finale fu impressionante. Si tratta di una chitarra unica nel suo genere. Nel 1993, un collezionista, Scott Chinery, acquistò la Teardrop per 150 mila Dollari. Oggi, il valore stimato della chitarra è di circa mezzo milione. Dopo aver dato vita al modello originale, D’Angelico produsse solo altri due esemplari di Teardrop, esposte al pubblico solo in occasione di una mostra di chitarre newyorkese nel 2011.

2) Eric Clapton – CF Martin & Co.

Slowhand è uno dei chitarristi più iconici nella storia della musica contemporanea. L’icona della sei corde vendette all’asta alcuni dei suoi strumenti più famosi, al fine di devolvere il ricavato in beneficenza alla sua associazione, Crossroads Rehabilitation Center. Nel corso dell’evento, venne venduta la sua Martin del 1939. Il valore stimato da Eric per lo strumento fu di 80 mila Dollari, ma la soglia venne ampiamente superata, venendo battuta ad una cifra astronomica di 791,500 Dollari. La Martin di Eric Clapton è una delle chitarre acustiche più costose in assoluto.

1) Kurt Cobain – Martin D-18 E

La Martin D-18 E di Kurt Cobain divenne un simbolo degli anni d’oro del Grunge e dei Nirvana dopo la sua apparizione tra le mani del frontman in occasione del Live Unplugged tenuto dalla band nel 1993. Non molto tempo fa, lo strumento, pesantemente modificato, venne venduto alla cifra spropositata di 6 milioni di Dollari. Si tratta di una reliquia preziosissima della storia del Rock, nonché, della chitarra più costosa in assoluto, arrivando addirittura a superare la Black Strat di David Gilmour dei Pink Floyd, venduta a circa 4 milioni di dollari tempo prima. Lo strumento appartenuto a Cobain venne da lui acquistato in un negozio di strumenti musicali di Los Angeles. La chitarra è stata ceduta insieme alla custodia decorata a mano dal leader stesso dei Nirvana, una confezione usata per metà di corde per chitarra Martin, tre plettri e un’ulteriore custodia in camoscio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (email:claudio190901@gmail.com)