gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le cinque canzoni dei R.E.M. da ascoltare durante un viaggio

Viaggiare è spesso stressante ed estenuante. Da decenni però abbiamo la possibilità di portare la
musica con noi: prima con le cassette audio, poi con i CD. Adesso basta collegare un dispositivo e
creare una propria playlist ed il gioco è fatto. Quel che non cambia mai è però la voglia di un
piacevole ascolto, soprattutto se da soli. Ecco allora le 5 canzoni dei R.E.M da ascoltare durante un
viaggio. 

Losing My Religion

La prima tra le cinque canzoni dei R.E.M. da ascoltare durante un viaggio non poteva che essere Losing My Religion. Come non sceglierla? Singolo del 1991, esce con il settimo album Out of time. Spesso tradotta erroneamente, non fa riferimento in verità a questione religiose, si tratta più che altro di un modo di dire che rientra più nell’accezione di ‘’perdere la ragione’’. Una canzone sicuramente molto orecchiabile, caratteristica forse data dal particolare riff creato dal chitarrista con un mandolino che maneggiava da poco. Riconosciuta per essere uno dei brani più famosi del gruppo, rientra infatti in diverse classifiche. Un classico, dunque, intramontabile.

Driver 8

In tema con il viaggio, Driver 8 risale alla metà degli anni Ottanta. Protagonista del testo sembra essere un ingegnere ferroviario, più volte intimato a prendersi una pausa. Una grande metafora che può essere applicata a molti momenti e fasi della vita. Si dice che le versioni siano state molteplici e che gli accordi utilizzati qui saranno ripresi anche nella canzone sopracitata. Curioso poi come secondo Buck (il chitarrista) i treni non siano stati scelti casualmente, ma siano piuttosto un rimando al fatto che la band sia “cresciuta” fra i binari.

Shiny Happy People

Shiny Happy People è, senza dubbio, una delle canzoni più ritmate e gioiose della band, nonché una delle cinque canzoni da ascoltare dei R.E.M. durante un viaggio. Particolarissimo il video musicale, dove non solo
tutti ridono e vestono di colori sgargianti, ma si vede anche un vecchio su una bicicletta pedalare e grazie a questo movimento, cambiare la scenografia. Anche qui informazioni controverse sul significato: si va dalla ripresa di uno slogan nato durante la primavera democratica cinese, alla denuncia dei ricchi che ballano felici senza preoccuparsi degli oppressi. Resta comunque un’ottima compagnia durante un viaggio.

Drive

Da non confondere con la seconda tra le migliori canzoni dei R.E.M. da ascoltare durante un viaggio, anche ‘’Drive’’ si sposa perfettamente con il tema scelto. Questa non solo è posteriore, ma può essere considerata come una delle più grandi scommesse dei R.E.M. Fu fatta uscire come singolo, quando si dice che non abbia molto di accattivante dopo un primo ascolto. L’atmosfera che crea è molto più cupa rispetto alle precedenti, eppure un enorme successo. Il testo d’altro canto, ha un’aura tutta sua.

The One I Love

Ultima tra le migliori canzoni dei R.E.M. da ascoltare in viaggio e che vogliamo citare è The One I Love. Anche in questo caso il titolo potrebbe trarre in inganno. Sembrerebbe un chiaro riferimento ad una storia d’amore, quando invece si sta parlando dell’esatto contrario. Uscita nel 1987 è considerato il primo grande singolo del gruppo, ma come già detto, non è una canzone d’amore.

Il testo si compone infatti di pochi versi che si ripetono più volte, dove si racconta di un uomo innamorato di
una donna che poi lascerà indietro, mentre lei affonda. Il ripetersi in continuazione delle stesse parole e delle stesse azioni inoltre, potrebbe essere un ulteriore segnale per la comprensione del significato stesso, in quanto un’azione che si ripete più volte con leggerezza, perde di valore.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.