gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le due persone che hanno fatto del male a Freddie Mercury

Freddie Mercury è stato, senza dubbio, una delle personalità più incredibili nella storia della musica e anche umanamente in tantissimi l’hanno amato; che sia stato per il suo carattere, che sia stata la sua personalità ad avere così tanti seguaci e ammiratori, in tantissimi hanno amato Freddie Mercury e hanno cercato di essergli vicino fino all’ultimo momento della sua vita. Tra questi c’è stato Peter Freestone, assistente personale di Freddie che ha raccontato molto del leader dei Queen: in una delle sue ultime dichiarazioni, il manager ha parlato delle due persone che hanno fatto del male a Freddie Mercury. 

Il primo autista di Freddie Mercury

Seguendo le dichiarazioni di Peter Freestone, la prima persona che ha tanto deluso Freddie Mercury e ha fatto del male al leader dei Queen è stato il primo autista del britannico, che ha preceduto il celebre Terry Giddings. L’autista, che perse la patente, fece perdere anche le sue tracce, per non ammettere di essere sprovvisto della licenza di guida.

Quando Freddie Mercury venne a saperlo, rimase molto deluso, dal momento che avrebbe potuto trovare qualsiasi altro lavoro al suo autista. Così racconta Peter Freestone: “Quando lo scoprì, Freddie lo convocò a casa e disse: ‘Tesoro, avremmo potuto trovare qualcos’altro da fare per te.’ Ma poiché non ha detto la verità, Freddie lo ha interrotto e lo ha licenziato immediatamente.”

Il ruolo di Paul Prenter nei Queen

Se il primo autista dei Queen ha destato molta delusione in Freddie Mercury, è stato Paul Prenter, manager dei Queen per non molti anni, a fare del male a Freddie, come viene raccontato all’interno del biopic Bohemian Rhapsody.

Queste le dichiarazioni di Paul Freestone in merito: “Freddie ha scoperto la sua vita attraverso Paul Prenter. Ha scoperto che non era un peccato essere gay, si poteva uscire, si potevano avere relazioni. Paul si prendeva cura di tutta la band, ma poi si sono sbarazzati di lui perché stava trascorrendo il 90% del tempo con Freddie. E Freddie lo ha assunto. Non è stato così male come si vede nel film. Paul è usato per rappresentare il lato negativo di Freddie, ma lui è due o tre persone riunite in una sola. Tuttavia, stava davvero cercando di allontanare Freddie dalla band. Alla fine, è diventato inaffidabile e Freddie sapeva [che era tempo di] lasciarlo andare.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.