gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le rock band più pazze di sempre

Rockstar, nella maggior parte dei casi è sinonimo di follia e sregolatezza e non è una caso che il motto di questi artisti sia proprio sesso droga e rock and roll. Questi grandissimi musicisti, oltre a comporre ottima musica, si sono fatti riconoscere anche per eccessi, spese folli, richieste assurde e scandali di ogni genere. Andiamo quindi a scoprire le rock band più pazze di sempre.

Red Hot Chili Peppers

I Red Hot Chili Peppers sono una delle band più amate di sempre e, allo stesso tempo, anche una delle più folli. Vi basti pensare, infatti, che il bassista Flea ha iniziato ad entrare in contatto con alcune droghe quando aveva solo 10 anni e, ovviamente, il frontman Anthony Kiedis non è da meno. Uno dei momenti più emblematici, folli e simpatici della loro carriera fu quando la band si presentò sul palco completamente senza vestiti, indossando solo un calzino per coprire le parti intime! Questa curiosa e pittoresca usanza, alla fine, divenne una costanza durante i concerti dei Red Hot Chili Peppers.

Black Sabbath

Come potevamo mai escludere da questa speciale classifica delle band rock più pazze di sempre i Black Sabbath? La band capitanata da Ozzy Osbourne, oltre ad essere stata una delle prime formazioni heavy metal della storia, è anche una delle più pazze di sempre. Ozzy Osbourne era una vera rockstar e, per il suo pubblico, avrebbe fatto qualsiasi cosa. Durante uno spettacolo risalente al 1968, infatti, per impressionar i milioni di spettatori, decise di cospargersi di vernice viola. Certo, ci volle una giornata intera per rimuovere tutta quella vernice, ma ne valse la pena.

Guns N’Roses

Diciamoci la verità: praticamente tutti i membri dei Guns N’Roses hanno avuto una buona dose di momenti pazzi nella loro vita. Izzy Stadlin non può certo competere con Slash per quantità di droghe assunte, ma sicuramente nemmeno lui è uno che scherza. Durante un tour in Giappone, infatti, la band fu informata che la dogana era particolarmente scrupolosa nei controlli e particolarmente severa nei confronti delle rockstar in possesso di droga. Izzy non avrebbe certo voluto passare mesi e mesi in una prigione giapponese e, quindi, ebbe la ‘geniale’ idea di inghiottirla. Il risultato fu a dir poco tragico: Izzy Stradlin dovette passare oltre 100 ore in coma prima di risvegliarsi sano e salvo.

Aerosmith

Un’altra formazione altrettanto nota per eccessi di ogni tipo e pazzie varie è quella degli Aerosmith. La rock band statunitense, formatasi a Boston nel 1970, ha sempre accompagnato alla musica una serie infinite di pazzie. Vi basti sapere, infatti, che il gruppo di Steven Tyler era solito portare durante i viaggi di lavoro una valigia in più, contenente seghe, martelli e… corde, in modo da poter gettare qualsiasi cosa presente nella stanza d’albergo nella piscina sottostante.

Rolling Stones

Parliamo ora di una delle band rock più longeve di tutti i tempi: i Rolling Stones. In questi tantissimi anni, come ben sapete, non sono certo mancati episodi e problemi legati alle droghe e, di conseguenza, alla polizia. E, come disse una volta Jagger: ‘il mio problema non è con la droga, il mio problema è con la polizia.’ Il suo socio Keith Richards non era certo da meno: una volta, infatti, gli sbirri trovarono nella sua casa una specie di supermarket della droga: cucchiai bruciati, siringhe, erba, alcool, quaalude in quantità e… una revolver Smith e Wesson calibro 38 e un fucile .

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)