gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, quella volta che John Paul Jones spiegò il motivo dell’unicità della band

Il bassista John Paul Jones ha rivelato perché i Led Zeppelin sono unici per lui. Da sempre la band in questione ha puntato, almeno dal punto di vista dell’immagine mediatica, interamente sul carisma di Robert Plant e sulla chitarra di Jimmy Page. La morte prematura di una leggenda della batteria come John Bonzo Bonham ha fatto il resto per consolidare la band come una delle più grandi e importanti del rock. Purtroppo moltissimi non hanno mai considerato davvero il bassista del gruppo, forse il membro più sottovalutato della band. Lui stesso ha detto che il gruppo aveva una marcia in più.

L’intervista di John Paul Jones sui Led Zeppelin

Il bassista ha fatto un’intervista con Mojo Magazine nel 2007 (ve la linkiamo qui se volete, basta cliccare QUI). Il bassista ha detto che il gruppo poteva contare su due musicisti molto giovani ma già professionisti nel mondo dei turnisti. Questi due erano Jimmy Page, considerato il chitarrista turnista più bravo in circolazione negli anni Sessanta in Gran Bretagna, e John Paul Jones. Iil tempo di mettere insieme due giovani ragazzi delle Midlands, ovvero Robert Plant alla voce e John Bonham alla batteria, e il gioco era fatto. Le menti creative della band erano Robert Plant e Jimmy Page e John Paul Jones ci mise relativamente poco a trovare l’alchimia con il batterista.

La grandezza di John Bonham e la collaborazione

All’inizio non era facile trovare un batterista davvero bravo per il gruppo. Quando arrivò con loro John Bonham, capirono subito che era un grandissimo musicista. Si trattava di un batterista nato per far musica che riusciva a essere eccitante e aggressivo in maniera davvero unica. Il talento di Bonzo si univa alla visione della musica che aveva Jimmy Page sia verso la chitarra che verso le canzoni in generale. Ogni membro della band portava sempre qualcosa di proprio nei brani e tutti scrivevano insieme le canzoni. I Led Zeppelin si basavano poi moltissimo sulle performance vocali e musicali e la band non falliva assolutamente in questo.

I Led Zeppelin erano unici e molto uniti

I Led Zeppelin sono unici, secondo John Paul Jones, perché riuscivano a essere loro stessi nella scrittura delle canzoni. La musica usciva dalle jam sessions e poi veniva sempre e costantemente migliorata in un sistema di partnership. La musica usciva in maniera davvero collaborativa perché la band era molto unita. I litigi che uscivano fuori (e capitavano, come succede a tutte le band rock) non andavano tanto sulle sfere personali ma sulle questioni musicali. E questa non era certo una cosa da tutti. Oltre questo, il legame tra il bassista della band e il batterista era qualcosa di unico.

L’unione tra Bonzo e il bassista

Il bassista disse: “Mi è sempre piaciuto stare accanto al batterista, avevo bisogno di vederlo e avere il contatto fisico su di lui.”. Si capisce da dove veniva la loro collaborazione e amicizia dal punto di vista musicale e personale. Oltre ciò i due condividevano alcune cose personali decisamente profonde. I due non provenivano da famiglie così ricche e facoltose ed entrambi vissero delle esperienze un po’ complesse nei collegi.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.