gtag('config', 'UA-102787715-1');

Led Zeppelin, quella volta che James Brown ispirò Jimmy Page a scrivere…

Quale è la canzone dei Led Zeppelin ispirata a James Brown? Questa siamo certi che non la sanno in tanti e neppure i fan più accaniti della band di Robert Plant e Jimmy Page sono a conoscenza di questo singolare pezzo. Ma andiamo con ordine. In particolare, ci sarebbero stati alcuni dirigenti discografici preoccupati quando la band ebbe il pensiero di registrare un nuovo album dei Led Zeppelin. Fu con il disco Led Zeppelin IV che la band riuscì a diventare molto conosciuta in tutto il mondo. Quello è uno dei più grandi album rock di tutti i tempi (non che gli altri fossero da meno, va detto). Ecco perché è bene parlare dell’album successivo a Led Zeppelin IV. Andiamo a vedere quella volta che James Brown guidò la mano di Jimmy Page.

Il nuovo disco diverso dei Led Zeppelin

Come spesso accade, Jimmy Page, Robert Plant, John Bonham e John Paul Jones sorpresero tutti i loro fan e la loro etichetta e decisero di fare un album assolutamente unico, Houses of the Holy. Ebbene, quel disco non c’entrava assolutamente nulla con i lavori precedenti e per questo fu uno dei più apprezzati dai fan, i quali notarono un vistoso cambio stilistico, più tendente al progressive. Il disco contiene alcune delle canzoni più importanti di Zeppelin di tutti i tempi, come “D’Yer Make Her“, “The Song Remains The Same” e “No Quarter”. Se non lo avete mai ascoltato, fatelo subito.

La canzone funk dei Led Zeppelin

Questa era l’occasione per la band di scatenare davvero il loro lato funky e rendere omaggio al Padrino del Funk, James Brown. Il disco è famoso per avere quante più direzioni musicali possibili in un album, lo abbiamo detto prima, ma la canzone della band “The Crunge” è diventata famosa per essere il grande pezzo funk degli Zeppelin. Un insolito ritmo 9/8, un suono funk e il testo spensierato sono tutte caratteristiche fondamentali per i fan dei Led Zeppelin che prima non conoscevano il brano più funk della band di Robert Plant.

Da dove viene il pezzo ispirato a James Brown?

Come “D’Yer Make Her”, che ha agito come l’altro singolo dell’uscita, la traccia in questione “The Crunge” vede la band che cerca di sperimentare. Molti hanno detto che il brano tende più all’imitazione che all’ispirazione vera e propria a James Brown ma noi non siamo molto d’accordo. Robert Plant canta a un certo punto: “Where’s that confounded bridge?” in omaggio alla famosa linea vocale di James Brown. Gran parte di quella frivolezza è venuta dopo una jam session tra John Bonham e John Paul Jones e nacque così il brano.

La canzone esclusa

La canzone si trasformò presto in una traccia da includere assolutamente nell’album. Quando la canzone termina bruscamente e Plant viene lasciato a porre la domanda scritta sopra, diventa chiaro che la domanda senza risposta è una buona valutazione del perché la canzone non è mai stata pubblicata. Sì, avete letto bene, il pezzo non è mai uscito nella prima versione ufficiale. Non sappiamo ancora il perché.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.