gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che i Led Zeppelin conquistarono la classifica americana

Nel marzo del 1975 i Led Zeppelin piazzano il loro sesto album Physical Graffiti alla prima posizione nella Billboard 200. Questo fa di loro il primo gruppo ad avere contemporaneamente sei album nella top ten americana, fatto mai verificatosi prima di allora nella storia del rock. Ripercorriamo insieme i primi 6 album della band.

Led Zeppelin I

Album incredibile pubblicato il 12 gennaio del ’69, che ha piazzato subito i Led Zeppelin nell’olimpo del rock grazie a hit come Dazed and Confused, How Many More Times, I Can’t Quit You Baby e Communication Breakdown. Il disco contiene una grande varietà di generi: spazia dal rock energico e aggressivo di Good Times, Bad Times, traccia di apertura del disco, alla psichedelia della già citata Dazed and Confused fino al blues classico di You Shook Me e a canzoni di grande intensità come Baby I’m Gonna Leave You.

In due mesi l’album raggiunge la prima posizione nella Billboard 200 e nel luglio del ’69 diventa disco d’oro. Come se non bastasse i Led Zeppellin, con questo disco, guadagnarono una tale fama da potersi permettere di respingere sfacciatamente la richiesta di suonare a Woodstock.

Led zeppelin II

Pubblicato il 22 ottobre del ’69, il secondo album dei Led Zeppelin raggiunge la prima posizione nella  Billboard 200. Questo album cambiò la storia delle classifiche.

Gli Zeppelin batterono i Beatles, infatti il 27 dicembre del ’69 Led Zeppelin II scalzò Abbey Road dalla n.1 americana. Con Hit del calibro di Whole lotta love e Heartbreaker i Led Zeppelin devastarono America e Europa diffondendo una nuova forma di rock’n’roll fino allora mai vista. I Led Zeppelin contano, per adesso, due album nella top ten americana.

Led Zeppelin III

Un disco che si distanzia molto dai due precedenti. Se nei primi due album fuoriesce tutto il rock’n’roll che i 4 avevano in corpo, in Led Zeppelin III è il loro lato folk che prevale. Passarono dal rock duro e energico ad una musica nuova, acustica, sperimentale continuando però a mantenere quell’intensità tipica del sound zeppeliano.

Eccezione fatta per una canzone: Immigrat Song, aggressiva, cattiva, misteriosa e energica, diventata un inno del rock e uno dei riff più conosciuti della storia. L’album esce il 5 ottobre del 1970 e puntualmente si piazza alla numero uno nella Billboard 200 in entrambe le sponde dell’atlantico.

Led Zeppelin IV

Il quarto album può essere riassunto come la sintesi dei primi due dischi con il terzo. Da questo momento in poi nascono i controversi miti sul gruppo. A partire dalla scelta dei simboli che rappresentano ogni membro del gruppo fino alla controversa, famossissima e unica Stairway To Heavean. 

Proprio questa sarà la canzone di maggior successo della storia del gruppo. Fu il disco più venduto della band grazie a hit come Black Dog, Rock and Roll e The Battle Of Evermore. Sono brani molto differenti ma la grandezza degli Zeppelin sta nella loro capacità di unire generi diversi e riuscire a farli suonare bene. Il disco venne pubblicato il 4 novembre del 1971 dalla Atlantic Records. Il gruppo conta quattro album nella top ten americana

The Houses Of the Holy

Anche questa volta il quinto album in studio dei Led Zeppelin raggiunge la prima posizione nella Billboard 200. Esce il 28 marzo del 1973, un disco per la maggior parte molto allegro, come il periodo che stava passando la band.

Le registrazioni filavano lisce senza problemi, tutti erano in gran forma e il materiale su cui lavorare abbondava. Il disco venne registrato nello studio mobile dei Rolling Stones (che ha vantato e vanterà artisti dai The Who a BobMarley), i brani sono molto movimentati ed energici, ad eccezione della singolare No Quarter. Molto famosa è la copertina dell’album arrivata al 50º posto nella classifica delle 100 migliori cover di sempre della rivista Rolling Stone.

Physical Graffiti

Physical Graffiti doveva essere il primo album ad uscire dell’etichetta della band, la Swan Song, ma a causa dei ritardi nella pubblicazione della copertina furono i Bad Company e i Preatty Things ad aggiudicarsi il primato. Pubblicato il 24 febbraio del 1975, il disco si aggiudica ovviamente la n.1 oltreoceano e questo fa degli Zeppelin il primo gruppo nella storia ad avere contemporaneamente sei album nella top ten americana.

E’ un disco doppio che contiene la canzone considerata la quintessenza del gruppo: Kashmir. Quest’ album è in parte un ritorno alle origini con un rock piu duro e suoni più sporchi, brani blues riarrangiati in maniere più energica e aggressiva come Custard Pie ma contiene anche parti acustiche e tranquille come Down by the Seaside.

 

 

Share

Matteo Natalìa, 19 anni, mi divido principalmente tra la passione per la musica, in particolare suonare la batteria e scrivere. Esperto articolista di musica grunge e hippie. (matteo.natalia@libero.it)