23 January, 2021, 22:36

Led Zeppelin, tutti i motivi della rottura della band

Led Zeppelin hanno riscritto la storia dell’hard rock in un arco di tempo relativamente breve. I membri del gruppo hanno iniziato a suonare insieme nel 1968, per poi sciogliersi il 4 dicembre del 1980. A 40 anni dall’evento, si parla ancora delle cause che hanno scatenato una simile decisione, che ha proiettato questo complesso britannico nella storia della musica.

Nelle righe seguenti, vi mostreremo tutti i motivi che si nascondono dietro la rottura della band inglese. In questo modo, sarà molto più semplicemente comprendere fino in fondo l’aspetto psicologico di un complesso con tanti problemi personali pregressi. Nonostante tali difficoltà, i Led Zeppelin sono stati in grado di produrre autentici capolavori nel loro genere di competenza.

1. La tragica morte di John Bonham

Quando si parla dello scioglimento dei Led Zeppelin, la maggior parte degli esperti e degli appassionati sottolinea quanto dipenda dalla morte di John Bonham. Non ci sono dubbi sul fatto che la rottura definitiva sia arrivata in seguito ad un evento così tragico. Ecco cosa recita il comunicato stampa diffuso dagli altri tre membri della band nel 1990: “Desideriamo rendere noto che la perdita del nostro caro amico e il profondo senso di rispetto che nutriamo verso la sua famiglia ci hanno portato a decidere – in piena armonia tra noi ed il nostro manager – che non possiamo più continuare come eravamo”. Tuttavia, questa non era l’unica causa della separazione tra i tre musicisti superstiti.

2. I rapporti sempre più tesi tra i membri dei Led Zeppelin

Col passare degli anni, infatti, i rapporti tra Robert PlantJimmy PageJohn Paul Jones si erano fatti sempre più tesi. Le divergenze artistiche e caratteriali, delle quali parleremo anche più avanzi, avevano raggiunto il loro culmine. Nel corso degli ultimi tempi, il gruppo stava vivendo una fase di profonda crisi creativa e faceva molta fatica a comporre nuovi pezzi. L’unico a restare sempre ispirato fu proprio Jones, il vero collante della band negli ultimi anni che fu capace di mantenere il suo spirito intatto. Nonostante ciò, il gruppo veniva considerato logoro e il pubblico stava abbandonando il suo hard rock per spostarsi verso il punk e la disco music.

3. I problemi di salute e personali di Robert Plant

Al tempo stesso, il frontman Robert Plant non aveva vissuto momenti facili. Nel 1974, l’istrionico cantante dei Led Zeppelin fu costretto a fermarsi a causa di seri problemi alle corde vocali e a sottoporsi ad un intervento chirurgico. Dopo questo evento, la sua voce non fu più la stessa dei momenti precedenti. Due anni dopo, rimase di nuovo inattivo dopo un incidente stradale insieme alla moglie Maureen, che mise in seria difficoltà la registrazione del disco Physical Graffiti. Infine, la perdita del secondo figlio lo fermò ulteriormente per un altro anno. Era l’inizio della fine.

4. Una vita all’insegna della massima sregolatezza

Led Zeppelin vivevano un’esistenza all’insegna della massima sregolatezza, nonostante riuscissero a realizzare brani di assoluto rilievo e performance in grado di lasciare il pubblico a bocca aperta. I quattro musicisti erano abituati ad occupare interi piani degli hotel e viaggiavano a bordo del jet privato Starship. Tra le loro imprese, si parlava di avventure sessuali, distruzioni di intere camere, droga e alcol a profusione. La dipendenza colpì particolarmente il chitarrista Jimmy Page, oltre ovviamente allo sfortunato John Bonham.

5. Un insieme di divergenze caratteriali e artistiche

Concludiamo con le cause dello scioglimento dei Led Zeppelin parlando delle loro divergenze caratteriali e artistiche. In un’intervista rilasciata a Rolling StoneJohn Paul Jones sottolineò quanto i membri della band non fossero veri puristi. “Robert era influenzato dal blues, Jimmy dal rock and roll, io ascoltavo molto jazz e avevo influenze soul come Bonzo. Il nostro unico punto di incontro era rappresentato dai Led Zeppelin, l’unione perfetta tra vari tipi di musica”. Gli fece eco Robert Plant“La personalità di Jimmy non era quella di un tipo facile, mentre noi altri tre eravamo semplici e basilari nella gestione delle situazioni. Ma la musica, l’ambizione, dove volevamo arrivare, cosa volevamo fare, era tutto molto intenso”. Ed è grazie a questo che la band britannica è riuscita ad arrivare molto in alto, nonostante le divergenze abbiano contribuito alla sua scissione finale.

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)