gtag('config', 'UA-102787715-1');

Liam Gallagher contro i Queen e Brian May: “non mi sono mai piaciuti”

Torniamo oggi a parlare di uno dei personaggi più rappresentativi del Brit Pop: Liam Gallagher. Nato il 21 settembre del 1972 -e conosciuto soprattutto per essere stato membro fondatore degli Oasis insieme a suo fratello Noel– il musicista di Manchester è sempre stato un personaggio piuttosto scontroso e facilmente irritabile. Insomma, a volte pare proprio che Liam Gallagher ce l’abbia con il mondo intero. Non è un caso, infatti, che i continui scontri e litigi con suo fratello Noel abbiano portato -alla fine- allo scioglimento degli Oasis. Il musicista di Manchester, inoltre -nella sua lunga e prolifica carriera- si è scagliato contro parecchi suoi colleghi -a volte anche con una certa veemenza ed usando parole dure- e, molto spesso, senza validi motivi. In questo articolo vogliamo soffermarci sull’idea che si fece Liam Gallagher dei Queen e in particolar modo di Brian May.

Liam Gallagher: un artista senza peli sulla lingua

Liam Gallagher non ha mai avuto peli sulla lingua e, su questo, non ci piove. L’artista non si è mai fatto troppi problemi ad esternare tutto ciò che aveva in mente, nel bene e nel male. Intervistato da Magnet nel 2017 in compagnia del suo amico Taylor Hawkins (batterista dei Foo Fighters), Liam Gallagher si soffermò sui suoi gusti personali, aprendo una lunga parentesi sui Queen e sul chitarrista Brian May. Alla domanda: “Liam ti piacciono i Queen?” L’ex Oasis rispose:

“Ehm mi stai chiedendo se mi piacciono i Queen? Beh direi non esattamente. Certo, naturalmente Freddie Mercury aveva una gran voce e la band ha scritto tantissimi successi, ma non li ho mai amati.”

Liam Gallagher contro i Queen e Brian May: “non mi sono mai piaciuti”

E, inevitabilmente -dopo aver sentito questo commento- al batterista dei Foo Fighters scappò un sorriso (di disapprovazione ovviamente):

“Senti, lo so che hanno scritto grandi canzoni e che sono una formazione straordinaria -aggiunse Liam rivolgendosi a Hawkins- ma.. non saprei. C’è qualcosa che non va, si insomma prendi ad esempio Brian May: il suono della sua chitarra sembra gli si sia inceppato nel culo.”

“Mio Dio, povero Brian. Io amo Brian, come puoi dire questo?” aggiunse un incredulo Taylor Hawkins. “Io lo rispetto, ma niente di più”, terminò Liam.

Certo, non è la prima volta che leggiamo dichiarazioni del genere, ma forse in quell’occasione l’ex Oasis esagerò un po’. E, alla fine, il tempo ha dato ragione al musicista dei Queen: Brian May, in questo 2020, è stato eletto il miglior chitarrista al mondo.

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)