Marilyn Manson avvistato a Roma: presto in una serie tv?

Marilyn Manson avvistato nei giorni scorsi a Roma, nei pressi di Cinecittà. Secondo alcune indiscrezioni il cantante statunitense avrebbe trascorso l’intera giornata negli studios. Se ne sarebbe poi andato in auto senza parlare con stampa e giornalisti. Si fa sempre più concreta la voce che gira sui principali giornali. Marilyn Manson potrebbe fare un cameo nella serie italo-franco-spagnola diretta da Paolo Sorrentino: The New Pope. Il regista italiano sta girando infatti il seguito dell’acclamato The Young Pope con Jude Law.

Che ruolo potrebbe avere nella serie di Sorrentino?

Marilyn Manson avvistato a Cinecittà dunque. Ma la produzione di The New Pope non ha confermato una sua eventuale presenza nella serie. L’incontro è stato tenuto segreto. Manson non ha rilasciato dichiarazioni o avuto contatti con i fan. Sono già state fatte molte ipotesi sul suo ruolo sotto la direzione di Sorrentino. Secondo alcune indiscrezioni potrebbe entrare nella serie interpretando sé stesso. Possibilità davvero molto curiosa. Secondo altri il regista avrebbe ideato un personaggio appositamente per lui. E infine altre voci ipotizzano una sua esibizione musicale. Senza conferme o smentite è ancora difficile immaginare Marilyn Manson sul set.

L’ammirazione per Sorrentino

Marilyn Manson avvistato a Roma e possibile cameo nella serie di Paolo Sorrentino non è un’ipotesi così assurda come potrebbe sembrare. Il cantante statunitense ha già partecipato a diversi film e serie tv. Inoltre non ha mai nascosto la sua ammirazione per il regista italiano. In un’intervista per Rolling Stone nel 2017 parlò di The Young Pope, elogiandone gli attori, il regista, la sceneggiatura. Manson dietro l’elezione di Papa Belardo, controverso, manipolatore e machiavellico, vide il trionfo di Donald Trump nel proprio paese. Sottolineò la profonda interconnessione tra politica e religione e come, in un modo o nell’altro, tutto giri intorno ai soldi. Manson è da sempre sensibile alle contraddizioni della società contemporanea, alle dicotomie che la animano, di cui parla nei suoi testi.

Marylin Manson tra musica e arte

Marilyn Manson è un artista controverso, spesso fonte di polemica e scandalo. I suoi testi hanno da sempre grande impatto sul pubblico. Oltre ad essere un frontman e un cantante, molti altri sono i suoi contributi artistici. In un’intervista dichiara infatti che si stava spostando dal mondo della musica a quello del cinema. Non era sua intenzione mettere al mondo qualcosa che sarebbe diventato un prodotto per le etichette discografiche. Il suo intento era fare solo Arte. Per il cinema debutta nel film Strade Perdute di David Lynch, dove interpreta un attore pornografico. Da quel momento in avanti ha fatto vari camei in diversi film e serie tv. Dietro la macchina da presa gira Phantasmagoria: The Visions of Lewis Carroll, un horror fantasy ispirato alla vita e alle visioni dello scrittore. Manson si dedica a forme espressive e artistiche diverse. Dalla pittura ai videogiochi, dai brand commerciali (Mansinthe è il suo personale assenzio prodotto in Svizzera) alla pubblicità. Non resta che aspettare eventuali conferme per vederlo di nuovo sullo schermo.

 

Share

Giulia Prosperini, classe 1993, laureata in Lingue e Letterature Straniere. Tante passioni, tra cui la musica e il rock 'n roll. Esperta del mondo Grunge, i Pearl Jam e i gruppi storici di Seattle. Scrittrice per vocazione e per hobby, specialista di recensioni e curiosità, capace di spaziare dalla cronaca all'aneddoto, dagli approfondimenti alle ultime news del mondo della musica.