gtag('config', 'UA-102787715-1');

Metallica, James Hetfield: “La prima volta che ho sentito Lars Ulrich suonare è stata terribile perché…”

Il frontman dei Metallica James Hetfield non è mai stato uno di grandissime parole. Molto spesso non ha commentato molti fatti controversi che accadevano intorno a lui ma qualche volta ha detto le sue idee personali. Ebbene, il nostro ha deciso di ricordare la prima volta che sentì suonare Lars Ulrich, batterista e fondatore insieme a Hetfield dei Metallica. James Hetfield ascoltò il suo futuro compagno di band nel 1981 e la sua personale recensione non fu proprio così positiva. Il frontman ha infatti ammesso: “La prima volta che ho sentito Lars Ulrich suonare è stato terribile”.

La decisione della giovane band di James Hetfield

Indubbiamente Lars Ulrich era molto giovane e ci sta che effettivamente non fosse così bravo. James Hetfield ha ricordato che nel 1981 era al liceo insieme al suo amico Hugh Tanner. Al tempo i due erano molto legati e entrambi suonavano la chitarra in una piccola band. Il progetto musicale era promettente (almeno secondo loro) e avevano bisogno di un batterista in maniera molto urgente. Decisero di stampare un foglio e far girare la voce, in modo da fare un certo scouting e una selezione delle candidature. Ne ricevettero diverse di candidature in effetti ma un nome fece loro molta stranezza.

Il provino disastroso di Lars Ulrich

La band aveva pubblicato un annuncio anche sul giornale locale. I due notarono che al loro annuncio aveva risposto un certo Lars. I due non lo conoscevano per niente ma decisero di chiamarlo comunque. Decisero di dargli comunque una opportunità e lo chiamarono per sapere come suonava. Quella scelta non fu proprio una genialata. James Hetfield ha ammesso che la prima volta che sentito suonare Lars Ulrich è stata terribile. Aveva un grande spirito e una grande motivazione ma non era bravo per niente. I due gli dissero quasi subito che non era assolutamente ciò che cercavano in un batterista come lui. Ma Lars Ulrich non voleva mollare.

La decisione di Lars Ulrich di ritornare a fare il provino

Così il futuro batterista dei Metallica decise di tornare molti mesi dopo per rifare quel provino. Erano passati sei mesi e Lars si era presentato da James Hetfield e Hugh Tanner dicendo loro “Vi ricordate di me?”. Ovviamente venne subito riconosciuto e venne pure preso in giro per il suo drumkit pieno di colori e dai piatti che cadevano in continuazione. Hetfield però decise di assumerlo comunque e fare un tentativo. In quell’epoca c’era un progetto che girava nell’aria, chiamato Metal Blade Records, che stava producendo canzoni dei più giovani e promettenti gruppi di Los Angeles.

La motivazione di Lars Ulrich per entrare nei futuri Metallica

Lars Ulrich non aveva un gruppo ma era talmente motivato da voler entrare nel gruppo di Hetfield che fu impossibile mandarlo via. Aveva studiato molto la musica ed era un vero esperto di metal. Alla fine Lars Ulrich ci rimase dentro e con la band scrisse “Hit the Lights”. A volte la motivazione va oltre le reali capacità tecniche e questa storia insegna che l’impegno vince, sempre.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.