gtag('config', 'UA-102787715-1');

Metallica, Jason Newsted era la causa della crisi della band nel 2001?

Nel 2001 i Metallica erano vicinissimi alla fine della loro carriera discografica e musicale. Pare che la colpa fosse tutta del bassista Jason Newsted. Era il 2001 e il batterista della band Lars Ulrich aveva consegnato un elenco di oltre 300.000 utenti su Internet che avevano scaricato illegalmente via Napster i brani dei Metallica. Era nata una sorta di guerra economica, ma non solo. La band all’epoca viveva non pochi conflitti e ciò portò James Hetfield a cacciare l’ex bassista della band Jason Newsted. Il bassista era rimasto come membro della band per oltre 14 anni ma secondo il batterista non era mai stato accettato come un membro vero e proprio. Chi era quindi la causa della crisi della band nel 2001?

Jason Newsted non era parte dei Metallica

Ulrich ha ammesso le sue colpe riguardo Jason Newsted e ha detto: “Jason è stato trascurato. E la cosa ironica è che il modello di ciò che sarebbero stati i Metallica ideali nella mente di Jason è quello che esiste ora. È un po’ ironico. È anche un po’ triste, perché Jason è un bravo ragazzo e ha fatto molti sforzi nella band per molti anni, e a ritroso non è mai stato completamente accettato nella band. Poi, quando ha cercato di andare altrove per soddisfare i suoi bisogni creativi, gli è stato detto che non poteva.” Forse era proprio il bassista la causa della crisi della band.

La dittatura di James Hetfield

Newsted era davvero frustrato dal suo status all’interno della band. Di fatto era trattato quasi più come turnista o come un collaboratore esterno, ma creativamente parlando? Non aveva grande voce in capitolo. James Hetfield era colui che aveva sempre le idee migliori e a volte la sua visione nelle cose sfociava nella dittatura. Ulrich ha ricordato che James Hetfield ha sempre avuto un’idea dei Metallica molto vicina a quella di una famiglia molto stretta. Per questo motivo, quando Newsted lasciò il gruppo, non venne mai richiamato e neppure ricordato dai Metallica.

La decisione drastica di James Hetfield

Ulrich afferma: “Jason è andato nella terra di nessuno. Quindi, in un certo senso, ha sacrificato se stesso – o ha dovuto essere sacrificato – per consentirci di andare dove ci troviamo ora. Quindi è ironico e davvero triste. È incredibile che sia durato per 14 anni, che Jason sia rimasto fuori per così tanto tempo.” In realtà Hetfield non si è dimostrato così cattivo nei confronti di Jason Newsted e gli voleva bene in fondo. Ma dopo il suo addio i Metallica hanno ricominciato a fare della musica buona, hanno capito che dovevano lavorare di più su loro stessi e Hetfield ha scelto di andare in terapia per star meglio con sè stesso.

L’agnello sacrificale era…

Hetfield era quindi andato via in riabilitazione. Newsted non c’era più e la band poteva contare solo su Kirk Hammett e Lars Ulrich. I due non stavano benissimo, era destabilizzati e per tre anni da quel momento non fu semplice andare avanti. Jason Newsted fu la molla che fece ripartire i Metallica, il cosiddetto agnello sacrificale. Non fu un percorso semplice, ma ai posteri va detto che è stato vincente. Chissà se Jason Newsted rimpiange i Metallica di adesso…

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.