gtag('config', 'UA-102787715-1');

Metallica: quella volta che si esibirono per il cinquantesimo compleanno Lemmy Kilmister vestiti da…

I Metallica hanno scritto pagine importanti nella storia della musica e, ciò, ha permesso alla band di entrare di diritto nei Bifg Four del Thrash metal insieme a Slayer, Megadeth ed Anthrax. Sono tanti gli show degni di nota dei Metallica e, oggi, vogliamo raccontarvi di quella volta che si esibirono in occasione del cinquantesimo compleanno dell’iconico frontman dei Motorhead: Lemmy Kilmister.

La festa per il cinquantesimo compleanno di Lemmy Kilmister

Il 14 dicembre del 1995, nel leggendario locale californiano “Whiskey A Go Go”, i Motorhead si apprestavano a festeggiare mezzo secolo di vita del loro iconico frontman. Anche se, a dir la verità, il compleanno di Lemmy ricadeva ben 10 giorni dopo, la vigilia di Natale. Nel frattempo nel locale iniziava a girar voce che quella sera si sarebbero esibiti i Metallica, che avrebbero dovuto onorare il festeggiato e intrattenere il pubblico con una serie di cover dei Motorhead.

“Io non ne sapevo nulla -spiegò tempo dopo Lemmy- stavano lavorando al loro nuovo album (Load) e interruppero le registrazioni per volare giù da noi. Sono una delle poche band che hanno restituito veramente quello che abbiamo dato loro.”

L’esibizione dei Metallica vestiti da… Lemmy Kilmister

La notizia dell’esibizione dei Metallica iniziò a circolare tra i partecipante che, però, ignoravano completamente il fatto che la band sarebbe salita sul palco indossando camicie nere, tatuaggi finti e lunghe parrucche in puro stile Lemmy Kilmister.

Lars Ulrich ha così ricordato quell’esibizione: “Dopo qualche piccola esitazione salimmo sul palco con indosso quelle parrucche e, credetemi, suonare delle canzoni dei Motorhead mentre indossi una lunga parrucca nera non è affatto facile! Non riuscivo a vedere niente! E, proprio mentre mi avviavo sul palco del Whisky a Go Go, incrociai lo sguardo dei partecipanti e pensai ‘che c**zo ce ne frega delle parrucche, andiamo lì sopra e spacchiamo tutto’

I Metallica, come sempre, assicurarono uno spettacolo fenomenale suonando in un breve set alcuni brani dei Motorhead dei primi anni settanta e ottanta: OverKill, Damage Case, Stone Dead Forever, Too Late, Too Late, The Road Crew. 

“Per fortuna avevo già provato qualche brano dei Motorhead nella mie vecchie band, quindi più o meno sapevo come muovermi.” Spiegò qualche tempo dopo Jason Newsted, bassista dei Metallica, aggiungendo: “Esibirmi proprio sotto il naso di Lemmy era però tutta un’altra storia! Nella mia testa c’era una vocina che diceva ‘non sbagliare proprio ora, non rovinare tutto’. Quella serata fu piuttosto folle e semplicemente fantastica. E, a tratti, anche faticosa: abbiamo dovuto portare gran parte della nostra attrezzatura in un locale di appena 600 metri quadri. Anche se per Lemmy e i Motorhead faremmo questo e tanto altro!”

Share

Simone Esposito: studente e amante della musica in tutte le sue sfumature. Articolista esperto e aspirante critico musicale. Appassionato di cinema, letteratura e arte (in tutte le sue forme). (es.simone@libero.it)