Morte di Prince: la lotta per la proprietà di 200 milioni di dollari potrebbe non finire mai

Quante volte, intorno alla morte di personalità illustri e celebri, non si sono distinte soltanto le parole di ricordo ma anche quelle di accusa e scontro per un determinato motivo? Il più delle volte le ingenti eredità lasciate da cantanti o personalità sono causa di litigi e lotte tra familiari e altri pretendi. E’ il caso di Prince: la morte di Prince ha fatto nascere un’aspra disputa per l’ottenimento della sua proprietà di 200 milioni di dollari. Questa lotta potrebbe non finire mai.

La proprietà di Prince dal valore di 200 milioni di dollari

La morte di Prince, avvenuta il 21 aprile del 2016, ha generato – al di là del ricordo da parte di moltissime personalità musicali e non solo – una grande speculazione nata in virtù di una sua proprietà il cui valore è stato stimato essere di oltre 200 milioni di dollari. Ottenere la sua proprietà in eredità è stato l’obiettivo di una lunga lista di pretendenti e possibili eredi che vorrebbero fruire delle ricchezze della stessa.

In effetti non parliamo soltanto di ville o di abitazioni lussuosissime, ma di veri e propri patrimoni artistici dal valore inestimabile, come i nastri più importanti delle sue più celebri registrazioni. Inoltre, la proprietà consta anche di una immensa villa caraibica.

Chi sono i possibili eredi di Prince

All’inizio di una faccenda complicatissima che sembrava non trovare mai risoluzione, la lunga lista di pretendenti era lunghissima e non lasciava spazio a cambiamenti in positivo, data l’assenza di un erede preciso designato dal cantante di Purple Rain.

A distanza di tre anni dalla sua morte, nel 2019 la lista dei possibili eredi si è ridotta notevolmente. Attualmente, i possibili eredi di Prince rimangono sua sorella Tyka Nelson e i fratellastri Norrine Nelson, Sharon Nelson, John Nelson, Alfred Jackson e Omarr Baker. Il problema più grande, però, non sta tanto nella lotta tra questi ultimi quanto più nell’amministrazione della tenuta momentanea, che è costata finora addirittura 45 milioni di dollari di spese.

Le battaglie legali dopo la morte di Prince per la sua tenuta

I più gravi problemi e le battaglie legali dopo la morte di Prince riguardano l’amministratore della sua tenuta. Le spese amministrative per sostenere la grande proprietà del cantante di Purple Rain sono ingenti, e hanno portato i familiari del cantante a presentare una petizione per sostituire l’amministratore, nell’obiettivo di risolvere i problemi legali. Stando a quanto evince dalle dichiarazioni notarili, però, la situazione potrebbe non risolversi nel breve tempo.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.