È morto Dave Bartholomew, uno dei padri del rock ‘n’ roll

Il produttore, arrangiatore, compositore e trombettista Dave Bartholomew è scomparso all’età di 100 anni il 23 giugno 2019 a New Orleans. Nato il 24 dicembre del 1918, è stato fondamentale per l’istituzione del rhythm and blues, nella primissima era del rock ‘n’ roll, nello Stato della Louisiana. Una figura di spicco, che però ha lavorato principalmente dietro le quinte, Mr. Bartholomew era conosciuto soprattutto per i successi prodotti e scritti insieme a Fats Domino, come Ain’t That a Shame e Blue Monday.

Dietro la direzione di Dave Bartholomew, Mr. Domino è riuscito a piazzare ben 65 singoli nella Billboard pop chart tra il 1955 e il 1964.

La storia e i successi di Dave Bartholomew: un secolo di musica

Il raggio musicale di Dave Bartholomew si estende ben oltre le sue collaborazioni con Fats Domino, esso infatti, nel corso della sua carriera, ha prodotto e arrangiato successi come Lawdy Miss Clawdy di Lloyd Price, Let the Good Times Roll del duo Shirley and Lee e I Hear You Knocking di Smiley Lewis. La popolarissima canzone di Chuck Berry My Ding-a-Ling, è stata nient’altro che un adattamento del brano composto e inciso da Mr. Bartholomew Little Girl Sing Ding-a-Ling nel 1952. Anche artisti del calibro di Elton John, Paul McCartney e i Rolling Stones hanno registrato materiale ispirato dalla musica di Mr Bartholomew.

Un fattore degno di nota da attribuire al musicista, è il successo che è riuscito a raggiungere nonostante fosse stato un uomo di colore nel sud degli Stati Uniti.Lui stava operando in un periodo dove era ancora presente la segregazione razziale“, aveva raccontato in un’intervista l’autore di Rhythm and Blues in New Orleans John Broven. “Devi essere davvero una persona speciale, se vuoi raggiungere l’apice“.

Dave Bartholomew è nato il 24 dicembre del 1918 a Edgard, Los Angeles. Figlio di un trombettista jazz, è cresciuto in una famiglia di musicisti, e ha imparato a suonare la tuba prima di spostarsi sulla tromba. Nel corso degli anni, si è guadagnato il soprannome di Polmoni di cuoio, per merito della sua abilità di tenere le note per lunghi periodi. Dopo aver servito il suo Paese durante la Seconda Guerra Mondiale, Mr. Bartholomew ha formato una sua band, e stava lavorando come talent scout per la sua etichetta, quando ha sentito per la prima volta Fats Domino mentre si esibiva al Hideaway Club di New Orleans. Il primo singolo che i due hanno inciso insieme, The Fat Man, è diventato un successo a livello nazionale.

Il nome di Mr. Bartholomew è stato costantemente affiancato a grandi hits degli anni sessanta e settanta, ma è rimasto attivo anche negli ottanta. Il suo album del 1998 New Orleans Big Beat, contiene Jazz Fest in New Orleans, che è diventato l’inno, sebbene non ufficiale, dell’annuale Jazz and Heritage Festival. Nel 2014 ha ricevuto il Trustees Award, premio conferito dalla Recording Academy a chi, durante la sua carriera nella musica, ha contribuito in maniera significativa al campo della registrazione.

Share

Rebecca Buzzetti, classe 1996. Diplomata come creatrice d'abbigliamento da donna, studentessa di giornalismo. Da sempre appassionata di musica, in particolare rock, arte, sport (soprattutto hockey), letteratura, disegno e scrittura. Persona estremamente ironica, aspirante giornalista e scrittrice. (rebecca.buzzetti@gmail.com; Instagram: @rebiush)