gtag('config', 'UA-102787715-1');

Nirvana, la storia della canzone profetica sul destino di Kurt Cobain

Nel corso della loro carriera, i Nirvana hanno realizzato una serie di canzoni di grandissimo livello, che naturalmente hanno fatto la storia della musica non soltanto a causa della loro incredibile bellezza, ma anche grazie a quei significati che sono stati trasmessi da parte della formazione grunge statunitense. Alcune delle canzoni prese in considerazione hanno avuto un grandissimo rilievo, anche grazie alla realizzazione di videoclip ufficiali che hanno fatto naturalmente la storia. In particolar modo, all’interno di questo articolo vogliamo parlarvi di Come as you are, canzone di grandissimo livello e che ha ottenuto un pregevole successo nella carriera dei Nirvana e che, allo stesso tempo, si è basata su un videoclip ufficiale che ha saputo presagire perfettamente quale sarebbe stato il destino di Kurt Cobain. Per quale motivo è, soprattutto, che cosa è mostrato all’interno del video del brano in questione?

La storia di Come As You Are

Come As You Are rappresenta il secondo singolo più venduto di sempre dei Nirvana, ovviamente dopo il successo dell’immortale Smells like teen spirit. Si tratta di una delle canzoni maggiormente conosciute dei Nirvana, che ha ottenuto certificazioni importanti che l’hanno portata a ottenere il disco d’oro in Francia, quello di platino in Regno Unito e in Italia, con oltre 50.000 copie vendute solo all’interno del mercato italiano.

Il brano in questione, che ha subito le accuse di plagio e ci sono state dal punto di vista strumentale e relative al riff iniziale della canzone, si basa sul verso reiterato, attraverso il quale Kurt Cobain giura di non avere una pistola, attraverso il quale intendeva dire di non avere nessuno da cui nascondersi. Insomma, si tratta certamente di una canzone di grande importanza artistica e culturale, soprattutto grazie al supporto del videoclip ufficiale del brano.

Il videoclip di Come As You Are

Il grande successo di Come as you are è stato garantito anche e soprattutto dalla realizzazione del videoclip ufficiale del brano, che si basa su una serie di significati simbolici che supportano la canzone stessa e che, allo stesso tempo, creano quell’alone profetico e relativo al destino di Kurt Cobain. All’inizio del brano si può notare una pistola che fluttua nell’acqua, elemento caratteristico così come il verso sopraccitato all’interno del brano. E ancora, il video mostra uno spermatozoo alterato che si muove all’interno di un liquido blu, che ha due code e una testa non uniforme, essendo nel bel mezzo di una trasformazione che lo porta, poco dopo, ad essere circondato da ovuli e altri spermatozoi.

E ancora, l’amo con la banconota e un piccolo bambino che nuota verso la stessa sono altri elementi caratteristici del videoclip stesso, e che tutti insieme fanno pensare al destino di Kurt Cobain. Quella volontà di fuga dalla vita, che si concretizzerà con il suicidio nel 1995, è ben preponderante all’interno della canzone. Secondo altre fonti, addirittura, la scena della pistola e della chitarra acustica sul lampadario, che pende dall’alto, si chiamano un episodio vissuto in gioventù da Kurt Cobain, quando aveva soltanto 15 anni. A seguito di una lite col padre, infatti, la madre dello statunitense gettò le sue armi in un fiume, prima che Kurt Cobain le recuperasse e vendesse, acquistando la sua prima chitarra acustica proprio con il ricavato delle stesse armi. Insomma, gli elementi che richiamano la vita e le esperienze del cantautore statunitense sono molteplici, e lasciano presagire quel futuro tragico a cui abbiamo tutti dovuto far fronte nel corso delle nostre conoscenze artistiche e musicali

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.