gtag('config', 'UA-102787715-1');

Oasis, con Don’t Stop… sembra di essere tornati agli anni ’90 (Recensione)

Come già largamente anticipato attraverso le dichiarazioni che gli Oasis hanno realizzato su Twitter, Facebook e altri social network, la pubblicazione del nuovo singolo della formazione, Don’t Stop…, è avvenuta nella mezzanotte del 30 aprile del 2020. Il nuovo brano, ricavato da una demo realizzata almeno 15 anni fa da parte della formazione inglese, è pieno di quelle caratterizzazioni che si devono alla formazione britannica stessa e che portano, in un momento particolarmente negativo, a vedere uno spiraglio di luce anche nel contesto musicale. Abbiamo deciso di realizzare una recensione di Don’t Stop…, la nuova canzone degli Oasis pubblicata a 12 anni di distanza dall’ultimo album in studio pubblicato dalla formazione, Dig Out Your Soul.

Le dichiarazioni di Noel Gallagher e degli Oasis su Don’t Stop

Dal suo canto, la formazione britannica ha saputo creare le giuste aspettative in merito alla pubblicazione di Don’t Stop…, il nuovo singolo degli Oasis pubblicato a 12 anni di distanza dall’ultimo album in studio, Dig Out Your Soul. Sia Noel Gallagher che Liam Gallagher, infatti, hanno saputo comunicare perfettamente con il proprio pubblico, attraverso dichiarazioni centrate che hanno creato il giusto hype: se Liam Gallagher ha spiegato che l’asteroide di cui tanto si parla è, in realtà, il nuovo singolo degli Oasis, Noel Gallagher ha aggiunto quanto segue:

Ehi, ragazzi e bambole.
Come il resto del mondo, ultimamente ho avuto un tempo infinito da ammazzare, così ho pensato di guardare FINALMENTE e scoprire cosa c’era in realtà sui CENTINAIA di cd senza volto che ho messo nelle scatole a casa.
Come il destino vuole che sia, mi sono imbattuto in una vecchio demo che pensavo fosse andata perduta per sempre.
Per quel che ne so, là fuori c’è una sola altra versione di questa canzone ed è tratta da un souncheck a Hong Kong di 15 anni fa. Non so se la versione del soundcheck sia precedente o successiva alla demo perché sul CD non è indicata alcuna data.
So che alcuni di voi amano questo brano, così abbiamo pensato di renderlo disponibile per farvi divertire.
Sarà su Internet a partire da mezzanotte.
La canzone si chiama:
“Don’t Stop…”
Spero che tutti siano al sicuro e che riusciranno ad uscire dall’isolamento con il minimo sforzo.
A proposito, non c’è di che. 

Recensione di Don’t Stop…, il nuovo singolo degli Oasis

Avendo ascoltato il nuovo singolo degli Oasis, Don’t Stop…, pubblicato nella mezzanotte del 30 aprile del 2020, abbiamo deciso di realizzare una recensione dello stesso, basandoci sull’ascolto del pezzo. L’one, two, three iniziale fa da preludio ad un brano di grandissimo livello, segnato dall’utilizzo magistrale di una chitarra che rende Don’t Stop… una ballata perfetta in pieno stile Oasis. Che sia la demo di 15 anni fa o la volontà di realizzare un prodotto aderente alla sensazione provata in un momento storico piuttosto particola, il nuovo singolo degli Oasis riesce ad essere perfetto nelle sue definizioni, attraverso un riuscitissimo bilanciamento tra testo, voce e impianto strumentale. Nulla riesce a sfigurare, nulla riesce a sembrare meno preponderante: nei 4.56 minuti del brano, in cui non mancano un paio di “pause”, la formazione riesce continuamente a suggerire ciò che vuole, con un brano che si conclude così come inizia. 

Visibilmente sorpresi e, allo stesso tempo, felici di ascoltare un prodotto del genere a 12 anni di distanza dall’ultimo album in studio, possiamo dire che il reiterato “Don’t Stop…” che domina particolarmente all’interno del brano è un marchio di fabbrica riuscito e felice, che rende il nuovo singolo degli Oasis riuscito. Attraverso tutti i canali di streaming e le piattaforme musicali, vi consigliamo sentitamente di ascoltare Don’t Stop… degli Oasis. 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.