gtag('config', 'UA-102787715-1');

Oasis, la reunion tra Noel e Liam Gallagher avverrà nel 2021?

Pare che The Chief sia sull’onda del perdono e del ritorno a casa, nonostante non siamo, personalmente, così sicuri che avverrà. In un’intervista ad un magazine inglese, il Sunday Times, il chitarrista ha detto: «La riconciliazione è sempre una cosa buona. La nostra famiglia non è mai stata unita. Ma non conosco nessuno, neanche una singola persona, che viva in una famiglia perfetta». Qui Noel si riferisce ai rapporti con il loro padre biologico che sono pressoché inesistenti da più di 20 anni, molto prima che nascessero gli Oasis. Alcuni fan insieme a delle fonti vicine alla famiglia dei fratelli Gallagher affermano che l’amata madre Peggy vorrebbe rivedere i propri figli insieme. In realtà, secondo le fonti, lei non vuole una reunion, ma una riconciliazione umana. Nonostante ciò, pare che l’ipotetica reunion dei fratelli Gallagher avverrà nel 2021.

LA STANCHEZZA DI NOEL
Giusto qualche giorno fa, Noel aveva detto di essere un po’ stanco dell’ambiente discografico e di volersi allontanare, almeno temporaneamente, da quel mondo. Ha dichiarato (peraltro parole riprese da Liam): “Devo solo allontanarmi per un po’ dall’ambiente. Quindi non penso che inizierò a fare un nuovo album di inediti fino al 2021. Il fatto è che ora c’è una generazione, tra i 15 e i 18 anni, che è appena entrata nel mondo Oasis. Non hanno mai sentito la maggior parte di ciò che ho fatto [dopo gli Oasis], questo è certo. Ma davvero, non hanno idea di cosa stesse succedendo prima. Quindi per quei piccoli cretini, mi divertirò molto a rovinare i loro giorni“. Immaginate la risposta di Liam (ovviamente su Twitter).

LA RISPOSTA DI LIAM

Too soon the little fella has threatened to take a year off which I highly recommend so I reckon he’ll give his head a good shake and bingo we’ll be on for the following year isn’t it“. Tradotto: “Pochissimo tempo fa il piccolo amico ha minacciato di prendersi un anno di pausa, che consiglio vivamente, quindi penso che gli darà una bella scossa alla testa e bingo che faremo per l’anno successivo, no?“. Che sia da prendere come l’ennesimo scherzo, come parole dette un po’ al vento o come qualcosa di effettivamente realizzabile? Noi NON siamo per l’ultima opzione. 

L’OPINIONE DEL FRATELLO PAUL

OPer chi non lo sapesse, esiste un terzo fratello, chiamato Paul, che non è mai stato un cantante e non ha mai partecipato al progetto Oasis. Già nel 2018 gli venne chiesto se ci sarebbero state opportunità di rivedere Noel e Liam Gallagher insieme, ma Paul ha sempre risposto con un vago “dipende“. Ha detto infatti: “Liam ce l’ha con Noel per aver mollato la band. E capisco sia difficile da comprendere la scelta di Noel: due fratelli iniziano a suonare assieme e dal nulla diventano una delle band più famose al mondo, dopodiché uno di loro decide di andarsene.  Liam sta andando avanti bene per la sua strada e Noel pure, per la sua. Se non vogliono lavorare assieme, nessuno può forzarli a farlo, né io né i fan“.

DENARO?

Molti affermano che saranno solamente i soldi a riunire i due fratellicoltelli, ma per il momento i due non sembrano viversela male. Già diversi mesi fa era giunta la voce che ci fosse un misterioso produttore che era intenzionato a riunire a suon di milioni gli Oasis. pare che avesse in mente un mega concerto a Knebworth pagando la bellezza di oltre 50 milioni, 25 per Noel e 25 per Liam. Ma l’offerta è stata rispedita al mittente.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.