gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pantera: lo straziante messaggio di Phil Anselmo per una vittima del Coronavirus

Come abbiamo avuto modo di dimostrare e raccontare anche attraverso i nostri articoli, la situazione relativa al Coronavirus ha mostrato tutta la sua emergenza e tutto il suo alone tragico, nonostante siano molteplici quei tentativi che portano persone, artisti, band e formazioni a cercare di infondere buonumore e allegria, almeno attraverso i social. Eppure, nonostante non sia semplice ammetterlo, la realtà tragica fa sentire i suoi effetti e, per questo motivo, è necessario – per spirito di informazione e di cronaca – anche raccontare quel risvolto triste che molto spesso non vuole essere sottolineato con semplicità. Phil Anselmo ha raccontato della morte di Tom Dempsey, kicker dei New Orleans Saints e che ha fatto la storia nonostante i suoi limiti fisici; la leggenda ha perso la vita a causa del Coronavirus e Phil Anselmo ha voluto ricordarlo attraverso un nuovo post su Instagram.

La storia di Tom Dempsey

Nato nel 1947, Tom Dempsey è stato un giocatore di football americano statunitense, placekicker nella National Football League (NFL), passato alla storia per il suo field goal da 63 yard, realizzato allo scadere nella vittoria dei New Orleans Saints per 19–17 sui Detroit Lions l’8 novembre 1970 al Tulane Stadium a New Orleans. L’uomo, che era nato senza dita delle mani e dei piedi nella parte destra del corpo, si servì di calzature particolarmente piatte per permettergli di giocare.

Queste calzature generarono non poche polemiche in merito a possibile vantaggio che avrebbe ottenuto. Alla domanda in questione, Dempsey rispose: “Ingiusto, eh? Che ne dite di calciare un field goal da 63 yard a 2 secondi dal termine con una scarpa quadrata e senza dita dei piedi?”. L’uomo, che ha fatto del suo problema fisico un monito per essere tra le leggende migliori di sempre, ha perso la vita all’età di 73 anni a causa del complicarsi delle sue condizioni, avendo sofferto di COVID-19. 

Il messaggio di Phil Anselmo per la vittima da Coronavirus

Parlando su Instagram ai suoi fan e cercando di diffondere quanto più possibile un messaggio edificante per quel che riguarda il Coronavirus e il modo per affrontarlo, Phil Anselmo ha raccontato la storia di Tom Dempsey, diventato uno dei più importanti professionisti di sempre nonostante quel fisiologico limite al quale è stato, purtroppo, sottoposto durante la sua carriera.

Il leader dei Pantera ha scritto quanto segue: Ha fatto il possibile con mezza scarpa… La leggenda locale di Nola Tom Dempsey, kicker dei New Orleans @saints ha detenuto il record per il field goal più lungo da 43 anni. Nato senza dita di mani e piedi sul lato destro, con il suo gioco vincente e i suoi record di field goal, la gente direbbe che “ha fatto il possibile con mezza scarpa”. RIP Tom Dempsey e le più sentite condoglianze alla sua famiglia… lo abbiamo perso a causa del Coronavirus due giorni fa e la sua famiglia non poteva essere con lui quando è morto. Contribuiamo a fermare la diffusione del covid19 #tomdempsey #riptomdempsey

 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.