gtag('config', 'UA-102787715-1');

Paura per Liam Gallagher, l’ex Oasis interrompe il concerto ad Amburgo

Il concerto all’ Alsterdorfer Sporthalle di Ambrugo, in Germania, di Liam Gallagher, durante la notte di mercoledì 5 febbraio del 2020, non è stato, per niente, un evento memorabile. L’ex frontman degli Oasis, ha inaugurato la sua kermesse europea di concerti il primo febbraio ad Oslo, in Norvegia.

A causa dei suoi problemi alla voce, Liam Gallagher è stato costretto ad abbandonare il palco dopo sole quattro canzoni durante la serata nella città tedesca.  Il Rocker di Manchester ha aperto il suo show eseguendo una cover della band, un tempo condivisa con il fratello Noel, Rock N’Roll Star. Successivamente, Liam Gallagher ha proposto Halo, Shockwave e Wall Of Glass, per arrendersi definitivamente su Come Back To Me.

Appena dopo la poco gloriosa uscita di scena del minore dei fratelli Gallagher, questi ha chiesto scusa ai migliaia di fan accorsi per assistere al suo concerto attraverso un post sul proprio account ufficiale Twitter, spiegando di essere andato vita per salvaguardare la sua voce. “Chiedo scusa a tutti coloro che stasera avrebbero voluto sentirmi ad Amburgo – scrive Liam – non avevo voce. Se avessi continuato avrei peggiorato le cose. Avrei fatto ancora più danni. Spero che comprendiate, vi ringrazio per essere venuti. Vi voglio bene”.

 Le prossime date di Liam Gallagher potrebbero essere a rischio?

Liam Gallagher dovrebbe esibirsi nel corso della serata del 7 febbraio, ad Amsterdam. Le sue condizioni di salute apparirebbero poco chiare; destando il timore degli spettatori delle prossime date.

I problemi alla voce del Rocker britannico potrebbero costringerlo a rinviare o, nel peggiore dei casi, cancellare una o più date del già ampiamente confermato calendario.

L’ex frontman degli Oasis, sarebbe atteso i prossimi 15 e 16 febbraio al Palazzo dello Sport di Roma e al Forum di Assago di Milano per fare; successivamente, ritorno in Italia in occasione del Lucca Summer Festival, il prossimo 28 giugno.

I conflitti per riunire gli Oasis continuano

I milioni di fan degli Oasis in tutto il mondo, sono ormai da anni, in assoluta trepidazione; nella speranza che i loro beniamini possano finalmente tornare a calcare i palchi di tutto il mondo insieme. L’atmosfera sembra, però, essersi criticamente inasprita tra i due fratelli di Manchester. Mentre Liam Gallagher dimostra, ormai da sempre, forte propensione nei confronti del ricongiungimento con il fratello Noel; questi sembrerebbe aver, addirittura, rifiutato la cifra astronomica che gli sarebbe stata offerta per riformare gli Oasis per un reunion Tour. Ricordiamo, infatti, i 100 milioni di sterline offerti dai promoter per rivedere il gruppo insieme.

“100 milioni non sono ancora abbastanza per quell’avido milionario di Noel. Avrei voluto che tornassimo insieme, ma mio fratello non vuole saperne”. Scrive Liam sul suo account Twitter. La faida tra i fratelli Gallagher non accenna a placarsi. Dopo aver dato vita alla band simbolo del Brit Pop degli anni ’90, le strade dei Gallagher si sono divise nel 2009, a causa delle continue tensioni fra i due. Le crepe nel rapporto di Liam e Noel non si sono mai rimarginate. Negli ultimi tempi, sembrerebbe addirittura si siano create ulteriori fratture, a causa dei dissidi e dei fraintendimenti posti alla base della presunta reunion dei leggendari Oasis.

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)