gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le peggiori performance di sempre nella musica rock

Se nel corso della storia della musica rock abbiamo avuto modo di analizzare quali siano i concerti migliori di sempre, realizzati da un artista o da una formazione, non si può che fare a meno di sottolineare anche quali siano le peggiori performance della musica rock. Non parliamo soltanto di concerti che effettivamente sono stati scadenti dal punto di vista qualitativo, ma anche di contesti e di condizioni particolari che non hanno reso possibile la realizzazione di un concerto nel migliore dei modi. In tantissime occasioni, come avremo modo di dimostrare all’interno del nostro articolo, il fatto che una performance sia effettivamente sgradevole è dettata da una serie di condizioni che anche le band stesse hanno subito, talvolta inconsapevolmente. Senza dilungarci inutili digressioni, vogliamo parlarvi di quali siano le peggiori performance di sempre nella musica rock.

Sex Pistols a Winterland Ballroom, San Francisco, 1978

Iniziamo questa nostra classifica relativa alle peggiori performance di sempre nella musica rock citando uno dei concerti più celebri dei Sex Pistols, che vide la formazione britannica esibirsi a San Francisco nel 1978, in una delle ultime testimonianze della storia e della carriera della formazione britannica. Prima di questo concerto, i Sex Pistols avevano causato scontri nella maggior parte dei loro concerti, intimorendo non poco il pubblico americano.

A Dallas, Infatti, Sid Vicious era stato preso a pugni in faccia, durante un concerto della formazione britannica, mentre in altre tappe non erano mancati gli scontri tra il pubblico e la band stessa. A San Francisco lo stesso bassista della formazione, palesemente ubriaco e sotto effetto di sostanze stupefacenti, diete una prova indecorosa di sè, mostrandosi come inadatto a suonare anche una semplice nota, mentre Johnny Rotten, durante lo spettacolo, ha deciso di sconvolgere la scaletta del concerto chiudendo l’esibizione dei Sex Pistols con uno dei versi più famosi della storia del rock: “hai mai avuto la sensazione di essere stato tradito?”

Amy Winehouse al Tuborg Festival, Serbia, 2011

Andando in avanti nel tempo e giungendo al 18 giugno del 2011, non possiamo che prendere in considerazione anche il concerto di Amy Winehouse al Tuborg Gestival serbo, nel sottolineare alcune delle performance rock peggiori di sempre. La cantante, al culmine della sua carriera e della sua vita, in un momento preciso in cui lottava contro l’abuso di sostanze stupefacenti, sì esibì di fronte a 20.000 persone palesemente ubriaca, incapace di esibirsi e di dare una linea al suo concerto.

Per oltre 90 minuti, la cantante diede una pessima prova di sè, mostrando sul palco di non essere in grado di condurre un concerto alla portata del pubblico, che reagì in modo abbastanza deluso e arrabbiato. Il Ministro della Difesa serbo Dragan Sutanovic ha definito il concerto una grande vergogna è una delusione. Amy Winehouse morirà soltanto un mese dopo.

Led Zeppelin (con Phil Collins) al Live Aid, 1985

«Ero eccitato all’idea di rivederli insieme dopo tutto quello che era successo, ma fu una tragedia. Robert non stava bene e Jimmy era totalmente fuori contesto. Scappava dappertutto. Non fu colpa mia, ma andò tutto male. Se avessi potuto fuggire l’avrei fatto ma a quel punto si sarebbe discusso solo di quello. Jimmy non era convinto della mia presenza nella line-up, ma pensavo che una volta sul palco le cose si sarebbero sistemate. Invece, qualcosa accadde tra la nostra prima conversazione e quel giorno in cui venne annunciata la reunion dei Led Zeppelin. Robert era felice di vedermi, Jimmy non lo era affatto»., bastino queste dichiarazioni di Phil Collins per sottolineare il grande disastro che fu il concerto dei Led Zeppelin con Phil Collins, in occasione del Live Aid.

Il problema, paradossalmente, non neanche il batterista dei Genesis, quanto più la prolungata assenza dai palchi della formazione, oltre che la mancanza di una qualsiasi prova che servisse a coordinare la nuova lineup: la band britannica era così convinta di realizzare un’esibizione indecorosa che chiese di essere cancellata dalla scaletta. Ciò non fu possibile e, ovviamente, il resto lo conosciamo benissimo.

Guns N ‘Roses al Warfield, San Francisco, 2006

Ultima tra le peggiori performance della musica rock che prendiamo in considerazione all’interno di questo articolo è quella dei Guns n’ Roses a San Francisco, nel 2006. Va chiarito che la formazione aveva, di Guns N’ Roses, soltanto il nome e Axl Rose, mentre Slash, Izzy Stradlin, Duff McKagan e Steven Adler erano del tutto assenti, in un momento storico in cui la formazione statunitense ha sofferto particolarmente. Il concerto è, innanzitutto, iniziato con due ore di ritardo, proseguendo ancora peggio con gli scontri che si verificarono tra Axl Rose e un fan, che gli aveva puntato contro il dito medio. Da quel momento in poi, il concerto è andato sempre peggio, con il cantante che al piano ha dato il peggio di sé e, rovinando lo spettacolo, è riuscito a offrire una pessima prova che ancora oggi i fan ricordano come una delle peggiori di sempre della formazione statunitense.

 

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.