Perché i Rolling Stones hanno tenuto nascosto il “Rock and Roll Circus” per 28 anni?

Per chi non lo sapesse il Rock and Roll Circus è un album dal vivo dei Rolling Stones con altri gruppi e artisti quali The Who, John Lennon, Eric Clapton e Taj Mahal, registrato a Londra nel 1968 ma pubblicato solamente nel 1996.

I due motivi principali per cui fu posticipata la pubblicazione del film

Effettivamente se si guarda ai musicisti presenti all’interno del disco è difficile immaginare un elenco migliore. The Who, John Lennon, Eric Clapton e Taj Mahal servirono come apertura per i Rolling Stones, che avevano proggettato di pubblicare il video della registrazione come film per la BBC. Ma questo non è mai successo, se non 28 anni dopo. Dopo che le troupe cinematografiche girarono l’ultimo filmato il 12 dicembre 1968, gli Stones decisero che non sarebbe andato in TV come previsto. E rimase così fino al 1996, quando finalmente venne proiettato nelle sale. Ovviamente viene da chiedersi perché i Rolling Stones non vollero pubblicare il filmato come deciso all’inizio? Si è pensato a due motivi principali.

La prima motivazione secondo cui gli Stones decisero di posticipare l’uscita del film fu la seguente: nel dicembre del ’68, la band era intenzionata a promuovere il loro nuovo album Beggars Banquet, e l’idea di filmare uno spettacolo di puro rock’n’roll e poi renderlo pubblico sembrava l’idea migliore. Tuttavia, non avevano fatto i conti con il tempo che ci sarebbe voluto per filmare tutti gli attori e l’intero show (compresi alcuni spettacoli circensi con una tigre dal vivo e Jethro Tull).

Inoltre, non avevano messo in conto che insieme a loro c’erano artisti che avrebbero potuto ”rubargli” la scena per qualche momento, basti pensare alla formazione Lennon, Clapton, Richards e Mitch Mitchell, i cosidetti The Dirty Mac, uniti insieme appositamente per esibirsi nel filmato degli Stones. La band Suonò la celebre”Yer Blues”, successivamente i The Who non passarono affatto inosservati con la loro potente interpretazione di “A Quick One, While He’s Away.”

In secondo luogo c’era la questione Brian Jones. Quella infatti fu l’ultima esibizione del polistrumentista con gli Stones. Non molto tempo dopo, la band e Jones si separarono per sempre. “Sono stati così cattivi con me; – disse Jones – Non mi sento più parte dei Rolling Stones “.

Share

Matteo Natalìa, 19 anni, mi divido principalmente tra la passione per la musica, in particolare suonare la batteria e scrivere. Esperto articolista di musica grunge e hippie. (matteo.natalia@libero.it)