gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd, Roger Waters e David Gilmour si “odiano” ancora?

Questa domanda ritorna sempre. Da ormai moltissimi anni questa storia va avanti e ancora non c’è stata una vera e propria rivoluzione o cambiamento. Roger Waters e David Gilmour si “odiano” ancora? Mah, forse sì, dal momento che David non ha mai dimostrato particolari aperture. Neppure Roger Waters ha fatto moltissimo, accusando di recente proprio i Pink Floyd di non aver pubblicizzato a sufficienza il suo nuovo tour “anti Trump“. Ma quale è la verità? Non possiamo ancora saperla.

Il ricordo dell’ultimo concerto dei Pink Floyd

Ricordiamo subito una cosa che ha detto Nick Mason, lo storico batterista dei Pink Floyd. Vi ricordate l’ultima esibizione dei Pink Floyd insieme, nel 2005 a Londra, durante il Live Aid? Sicuramente sì. Mason ha detto: “Ho sempre detto che quello è stato uno dei migliori concerti della nostra carriera, anche solo per il fatto che ciascuno di noi sapeva che era in corso una sorta di guerra. [Ovviamente si riferisce alla guerra tra David Gilmour e Roger Waters]. Eppure tutti noi siamo stati capaci di dire ‘Sai cosa, questo è più importante delle divergenze di opinione, della band, della musica o di qualsiasi altra cosa’. Penso che quella sia stata una prova del fatto che siamo cresciuti”.

Roger Waters e David Gilmour si “odiano” ancora?

Roger Waters aveva ammesso di essersi avvicinato a David Gilmour, anzi, di averci provato. E indovinate cosa rispose il caro vecchio chitarrista dei Pink Floyd? Assolutamente un bel 2 di picche, rifiutando categoricamente ogni ramoscello di ulivo. Roger Waters ha detto: “Mi avrebbe fatto piacere se mi avesse permesso di promuovere il mio film Us + Them sul sito dei Pink Floyd ma non me lo ha consentito. Lo ha censurato e mi ha negato il permesso di promuovere qualsiasi cosa su quel sito”. Sembra non esserci quindi nessun tipo di possibilità di riconciliazione; inutile dire che non ci sarà alcuna reunion in vista, anzi.

I Pink Floyd sono delle catene per Roger Waters

“No, non sarebbe bello! Sarebbe orribile. Ovviamente se sei un fan di quel periodo dei Pink Floyd, beh, hai un punto di vista diverso. Ma io quelle cose le ho vissute. Era la mia vita quella lì. So che all’inizio sono stato dipinto come il cattivo della storia… e così sia. Posso conviverci. Ma scambierei la mia libertà per quelle catene? Non esiste”. Questa era quello che aveva ammesso Roger Waters in un’intervista di qualche mese fa che aveva definitivamente chiuso ogni possibilità di ritorno con l’ex amico David Gilmour.

Che cosa ci si prospetta dal futuro dei Pink Floyd?

Va comunque detto che Roger Waters “campa” con tantissimi successi che lui stesso ha fatto con i Pink Floyd, da The Final Cut a tanti altri pezzi. Ma forse, in tutto questo, quello a essersi veramente stufato è David Gilmour, incapace di accettare le varie bizze di Roger Waters e il suo carattere veramente duro e complesso. Nick Mason è stanco, il batterista non vuole più vedere queste lotte e va detto che anche noi siamo molto d’accordo con lui. Non ci resta che rassegnarci.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.