gtag('config', 'UA-102787715-1');

Pink Floyd, Roger Waters: “John Lennon era un arrogante ma…”

Roger Waters e John Lennon hanno, senza dubbio, fatto la storia della musica grazie alle loro incredibili realizzazioni e produzioni, che li hanno portati ad essere artisti di grandissimo valore, oltre che di una fama e un successo che gli sono stati certamente riconosciuti. Nella maggior parte delle occasioni, nella storia della musica, le entità di questo genere hanno modo di confrontarsi tra di loro attraverso quei commenti, quelle dichiarazioni e quelle interviste che, per questo motivo, acquisiscono grande importanza. Per questo motivo vogliamo citarvi una dichiarazione di Roger Waters, che ha parlato di John Lennon nel corso di una sua intervista per il Rolling Stone.

Le dichiarazioni di Roger Waters su John Lennon

Nel corso di diverse interviste, realizzate durante la sua carriera, Roger Waters ha avuto modo di parlare di tantissimi temi, che hanno orientato il loro campo di interesse verso tutti gli specifici temi che sono sempre stati oggetti della sua ideologia: tra tutti, la libertà, la giustizia, oltre che la musica. Il continuo confronto, anche se soltanto artistico e culturale, con John Lennon è stato fondamentale nella carriera del leader dei Pink Floyd, che ha chiarito tutti questi aspetti in diverse interviste al Rolling Stone.

In un primo momento, il leader dei Pink Floyd ha parlato dell’incontro con John Lennon, avvenuto certamente non nelle circostanze migliori e che non hanno permesso, per questo motivo, un incontro importante tra le due anime musical: “Ho incontrato John Lennon solo una volta, con mio grande rammarico, quando lui era nella sala di controllo al numero 2.  Era un po’ acuto. Era piuttosto arrogante… anche io! […] Penso che il primo album da solista di John Lennon sarà sempre tra i miei primi cinque album preferiti. Neil Young è uno dei miei preferiti. La sua interpretazione in quel film è stata straordinaria. Penso che un grande cantautore sia la parte migliore dello spettro musicale. Stavo guardando l’ultimo valzer perché girerò le riprese. Sono stato colpito dall’abilità di Big Pink di The Band.

Parlando ancora del leader dei Beatles, Roger Waters ha voluto sottolineare come la musica dei Beatles e l’ideologia della formazione britannica sia stata fondamentale nel processo di crescita dei Pink Floyd: Che gli innocenti debbano essere risparmiati, i colpevoli debbano essere perdonati e che John Lennon sarebbe dovuto essere preso sul serio quando disse: “Tutto ciò di cui hai bisogno è l’amore”. […] Ho imparato da John Lennon e Paul McCartney e George Harrison che per noi andava bene scrivere delle nostre vite e di ciò che sentivamo, e di esprimerci … che potevamo essere artisti liberi e che c’era un valore in quella libertà. E c’era.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.