Prince oggi compirebbe 60 anni | In vendita una rara copia di “The Black Album”

Quando è nato Prince?

Il 7 giugno del 1958, esattamente 60 anni fa, nasceva Prince. Un nome importantissimo per la musica; un nome certamente da non sottovalutare, di uno di quegli artisti che è da annoverare nell’Olimpo del cantautorato. La sua Purple Rain, a voler citare il pezzo più famoso di sempre, ma non certamente l’unico degno di nota, ha ancora oggi un gran successo e non casualmente. Prince è la perfetta rappresentazione di un artista che, da solo, scriveva, arrangiava, registrava e portava a compimento grandi capolavori. Un artista che oggi vogliamo omaggiare, nel giorno di quello che sarebbe stato il suo settantesimo compleanno, a modo nostro.

Vita e morte di Prince: chi è “The Artist”

Prince è lo pseudonimo con cui è passato alla storia Prince Rogers Nelson, cantautore statunitense. La scelta di questo pseudonimo derivò dalla band doveva suonava il padre, i Prince Rogers Trio. Tuttavia, il cantautore aveva già deciso di liberarsi di questo soprannome in un determinato punto della sua vita; era arrivato all’apice del successo e voleva, forse, iniziare una nuova era. Il cambiamento non fu certamente banale.

L’ultimo lavoro che circolò sotto pseudonimo di Prince fu Love Symbol Album, del 1992. Album convenzionalmente conosciuto in questo modo per via della copertina, che presenta per l’appunto un simbolo ottenuto dall’incrocio tra maschile e femminile. Con quest’album si chiude idealmente una carriera ricca di riconoscimenti e successo: primo tra tutti, l’ottenimento del premio per l’artista più influente degli anni ottanta. Il successivo lavoro, Come (del 1994) presentò la data di nascita e di morte di Prince. Il nuovo simbolo, da quel momento in poi, sarà TAFKAP (The Artist Formerly Known As Prince) o, semplicemente, The Artist.

“The Black Album”: in vendita una rara copia dell’album malvagio

Chi non conosce la storia di “The Black Album”? Il disco sarebbe dovuto uscire nel 1987 con il titolo di “The Funk Bible”. Fu lo stesso Prince a opporsi, per via di quello che identificava come contenuto malvagio all’interno dell’album stesso. Ordinò che le 500 mila copie stampate fossero tutte distrutte, e si perdesse traccia di quell’album. Soltanto successivamente ritrattò, permettendo che l’album venisse fatto circolare sotto forma di CD e cassetta, ma mai vinile. E proprio i vinili dell’album sono divenuti una rarità: l’anno scorso ne furono trovati cinque negli Stati Uniti, quest’anno uno in Canada. L’album appartiene a un ex dipendente dell’azienda che stampava vinili per la Columbia Records.

Il disco è stato prontamente messo in vendita su Discogs, al prezzo di oltre 27 mila dollari. Si tratta di un’inezia, se rapportato al costo degli altri: non meno di 40 mila dollari l’uno, gli altri pezzi rari. Il motivo di questo dislivello è dato dal fatto che il vinile non è sigillato ed è stato più volte usato.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.