gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, Brian May ha rivelato qual era la passione più grande di Freddie Mercury

In passato vi abbiamo parlato, in più occasioni, di quanto Freddie Mercury abbia sperimentato moltissimo, passando dal cinema all’arte, e avendo competenze non soltanto canore e musicali, ma anche di pittura e disegno. Forse non tutti sapranno, però, che il leader dei Queen amava anche la fotografia e che, anzi, questa rappresentava la sua più grande passione. E’ stato chiaramente Brian May a parlare della più grande passione di Freddie Mercury in una nuova intervista, che va ad aggiungersi a tutti quei segreti che erano già stati diffusi sul leader dei Queen.

Le dichiarazioni di Brian May e la più grande passione di Freddie Mercury

E’ grazie a Brian May se riusciamo ad avere testimonianze continue delle grandi passioni di Freddie Mercury, del suo modo di pensare e soprattutto di quello che è stato il suo grande carattere e la sua grande personalità. Il chitarrista dei Queen ha raccontato, in una nuova intervista, di quale fosse la più grande passione di Freddie Mercury, ovviamente al di là del canto. 

Queste sono state, in merito, le dichiarazioni di Brian May, che ha parlato della grande passione di Freddie Mercury per la fotografia: “Era un fotografo, amava le sue polaroid, Freddie scattava molte foto di tutti i suoi amici, era solito fare regali alle persone, era una tipica cosa da Freddie Way”. 

Freddie Mercury e l’amore per il cinema e per l’arte

Quella per la fotografia non era l’unica passione del cantante britannico e leader dei Queen, che aveva una grande passione per il cinema e per l’arte, e ha attinto molto da queste due discipline per formare e temprare la sua persona. In merito al cinema, è stato Peter Freenstone a parlare delle grandi passioni e ispirazioni del leader dei Queen: “Tutti sanno a proposito di “A qualcuno piace caldo”. Ci sono un paio di altri che guardava spesso. Uno era “Donne”, regia di George Cukor, l’altro era il film con Lana Turner, “Lo specchio della vita”. Amava il primo per via delle battute, i commenti pepati non-stop e il secondo perchè compariva Mahalia Jackson nelle scene di chiusura! Freddie non pensò mai a se stesso come attore. Era molto felice di essere coinvolto nei videoclip, ma quella era tutta finzione, non recitava seriamente.”

In merito all’arte, ovviamente, basterebbe sottolineare il fatto che il logo dei Queen sia stato disegnato dallo stesso Freddie Mercury e che rappresenta tutta la qualità artistica dello stesso cantante. Basti ricordare, allo stesso tempo, anche quella volta in cui il leader dei Queen posò come modello, per guadagnare qualche soldo; in quei tempi era la grande passione per Jimi Hendrix a spingerlo, come dimostrò Roger Taylor: “Si stava prendendo troppo tempo libero dal college per andare a vedere Hendrix. Ma [Fred] ha invece parlato del suo passaggio al corso di grafica. A volte mi chiedo se lo abbia fatto apposta come un modo per prolungare il suo tempo al college e decidere cosa avrebbe fatto della sua vita.”

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.