gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, il bassista John Deacon: “Suonare nei Queen è stato…”

L’ex compagno di band di Freddie Mercury nei Queen John Deacon raramente rilasciava interviste anche prima che si ritirasse dalla musica e si ritirasse dagli occhi del pubblico. Freddie Mercury portò il nome Queen nella band formata dal chitarrista Brian May dal 1970, ma la formazione venne completata solo due anni dopo con l’aggiunta di John Deacon al basso. Dopo essersi fatto strada attraverso diversi bassisti diversi, un amico di May li presentò a Deacon che fece subito innamorare il gruppo. In una vecchia intervista l batterista Roger Taylor aveva dichiarato che i Queen hanno scelto il bassista John Deacon non solo per le sue abilità di basso ma anche per la sua personalità.

La personalità di John Deacon

“Eravamo così esagerati, pensavamo che, poiché era tranquillo, si sarebbe adattato a noi senza troppi sconvolgimenti”, ha spiegato Roger Taylor. Ora, in un’intervista appena scoperta, girata sul set per il video musicale di These Are the Days of Our Lives, Deacon stesso ha fornito uno spaccato sul modo in cui le quattro personalità dei Queen hanno lavorato insieme. Ha detto: “Spesso sono i cantanti e i chitarristi a essere più espliciti. Ma dietro le quinte posso essere rumoroso come chiunque altro. Penso che abbiamo avuto tutti la nostra giusta dose di follia nel corso degli anni”.

Le difficoltà di John Deacon nei Queen

Parlando della sua esperienza con Queen, ha continuato dicendo: “Non posso dire che sia stato facile. A volte è stato difficile; abbiamo avuto momenti belli e momenti brutti in cui siamo caduti e poi ci siamo reinventati”. L’intervista si era svolta pochi mesi prima che Mercury morisse per complicazioni dovute all’AIDS. Dopo la morte di Mercurio, il bassista John Deacon si ritirò, esibendosi solo con i Queen altre tre volte. Nel 1997, si ritirò ufficialmente, lasciando May e Taylor per continuare con la band e la loro eredità da soli. Si è anche ritirato dal pubblico e da allora ha vissuto una vita privata con moglie e figli a Putney.

L’amore di Deacon per la musica

Vive ancora nella casa che ha comprato con il suo primo assegno delle royalties. Parlando sul set dell’ultimo video musicale dei Queen, Deacon ha dichiarato: “Non avrei mai pensato di suonare ancora in una band o di registrare a questa età. Quando inizi a suonare, hai cinque anni, forse al massimo 10″. Spiegando cosa è cambiato nella dinamica della band nel corso degli anni, ha detto: “Penso che stavamo tutti dando idee diverse. C’è molto più lavoro di squadra. Ma le persone diventano ancora molto preziose per le loro canzoni con cui hanno iniziato”.

John Deacon era sociopatico?

Da quando Deacon si è ritirato dagli occhi del pubblico, Taylor ha detto a Rolling Stone che il suo ex compagno di band “non poteva occuparsi” dell’industria musicale dopo la morte di Mercury. “Si è completamente ritirato da qualsiasi tipo di contatto sociale. Non ho sentito nulla da parte di John. Non un solo verso o una reazione. Non siamo in contatto, ma John è un sociopatico, davvero, e ha dato la sua benedizione a tutto ciò che Brian e io potremmo fare con il marchio – e abbiamo fatto molte cose”, ha aggiunto il batterista dei Queen.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.