gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen: l’intervista esclusiva di John Deacon: “Ecco come sono dietro le quinte”

Gli amanti dei Queen e i conoscitori della formazione britannica sanno che John Deacon è stato ed è, ancora oggi, una delle personalità più controverse e difficile da etichettare in semplici parole. Nell’ambito della formazione dei Queen, le personalità sono state differenti e hanno portato la formazione a vivere di un connubio non soltanto artistico e ideologico, ma anche caratteriale. A lungo si è parlato di John Deacon, del suo rapporto con Freddie Mercury, della sua personalità e del suo carattere, che lo portava ad essere incredibilmente schivo e lontano da quella voglia sfrenata di figurare sotto i riflettori. Non a caso, a seguito della morte di Freddie Mercury, è stato sempre più difficile vedere John Deacon all’opera con i Queen, nonostante questi stessi hanno portato avanti progetti prima con artisti di diverso calibro, poi stabilmente con Adam Lambert. Tuttavia, in un’intervista esclusiva, è stato possibile conoscere un po’ più della personalità di John Deacon e del suo carattere, attraverso una serie di dichiarazioni che, seppur brevi, hanno portato il bassista della formazione a svelarsi soprattutto nel suo dietro le quinte. Avreste mai potuto immaginare che John Deacon non fosse la persona timida che avete sempre immaginato?

Le dichiarazioni di John Deacon nell’intervista esclusiva

Le dichiarazioni di John Deacon rilasciate in un’intervista esclusiva non sono certamente state un qualcosa di prevedibile ma, allo stesso tempo, sottolineano tutta la caratura e la reale personalità del bassista dei Queen. Si tratta delle seguenti: “Spesso sono i cantanti e i chitarristi ad essere più espliciti. Ma dietro le quinte posso essere rumoroso come chiunque altro. Penso che abbiamo avuto tutti la nostra giusta dose di follia nel corso degli anni.” In merito alla sua esperienza con i Queen, ha dichiarato: “Non posso dire che sia stato facile. A volte è stato difficile; abbiamo avuto momenti belli e momenti brutti in cui siamo caduti e poi ci siamo reinventati”.

Perchè John Deacon ha abbandonato i Queen?

Di recente, come abbiamo potuto osservare all’interno dei nostri articoli, c’è stata una rivalutazione del personaggio di John Deacon, troppo spesso al centro di polemiche burrascose che hanno riguardato la sua figura. Dalle dichiarazioni difficili di Brian May fino a quelle di Roger Taylor, passando per i diversi pensieri che si sono susseguiti nel corso degli anni, è sempre stato difficile guardare alla figura del bassista dei Queen attraverso uno sguardo unitario. E’ fondamentale sottolineare che non è stata la morte di Freddie Mercury a rendere John deacon ciò che è, ma semplicemente una grande amplificazione di quello che era il suo carattere già da prima che la tragedia avvenisse.

John deacon è sempre stato lontano dalla volontà di figurare sotto i riflettori, e di essere al centro dell’attenzione mediatica. Nonostante ciò, il bassista ha deciso di collaborare comunque con la formazione britannica anche dopo la morte di Freddie Mercury, nonostante quelli che egli stesso sentiva come torti e punti bassi per la sua carriera. Tuttavia, John deacon ha deciso di ritirarsi definitivamente a vita privata, abbandonando qualsiasi altro progetto con i Queen, nel momento in cui la formazione ha deciso di intraprendere una seconda vita artistica con la collaborazione di Paul Rodgers. In un primo momento Deacon decise di collaborare con i Queen, mantenendo il suo ruolo di bassista, ma poi decise di cambiare definitivamente idea. Alla luce del suo carattere e della sua personalità, non lo si può ovviamente biasimare.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.