gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, la storia del manager che tradì Freddie Mercury

Sapevate che c’era stata una grave discussione tra Freddie Mercury e il suo manager? Quale è la storia del manager che tradì Freddie Mercury? Il frontman dei Queen era da sempre una figura piuttosto silenziosa sulla sua vita personale nonostante la sua enorme doti sul palcoscenico. Sembra difficile da credere, anche in base a ciò che si è sempre sentito su di lui, ma è così. Ci fu però una persona lo tradì in un modo che Freddie davvero non poteva perdonare. Vediamo allora chi era quest’uomo di nome Paul Prenter, interpretato nella pellicola biografica dei Queen Bohemian Rhapsody da Allen Leech, attore celebre per essere stato in Downton Abbey.

La visione nel film sui Queen

Nel film Paul è stato raffigurato in un modo poco lusinghiero, con Freddie che ha persino dichiarato di essere stato licenziato dai Queen a causa del comportamento. Nel film, come logico che sia, ci sono stati alcuni cambiamenti rispetto alla vera storia. Pare infatti che la vera verità sia ancora più dolorosa, dato che Freddie era stato gravemente ferito nel profondo del cuore al punto da non aver mai più parlato con Paul. La loro rottura nel rapporto aveva condizionato anche i rapporti tra Mercury e il resto della band che già non amava molto Paul.

Chi era il manager che tradì Freddie Mercury

Paul è stato il manager di Freddie dal 1977 al 1986. Le cose andarono davvero male nel 1982 quando i Queen pubblicarono il loro album Hot SpaceBrian May e Roger Taylor erano frustrati dal modo in cui l’album è uscito, incolpando Paul per avere avuto troppa influenza sul sound e soprattutto su Freddie. Non furono poi i soli ad essere sconvolti dall’album, in quanto aveva ricevuto recensioni basse e la rivista Q aveva persino detto che quel disco dimostrava che la band aveva perso il tocco. Paul rifiutò le interviste radiofoniche, dubitando dell’influenza della radio. Per i fan, il vero crimine di Paul fu quando vendette una storia controversa a un giornale sul frontman dei Queen.

La controversa storia su Freddie Mercury

Nell’intervista, Paul ha affermato che Freddie aveva dormito con centinaia di uomini, nominando persino due uomini che erano morti di AIDS, sostenendo che Freddie era un ex amante di entrambi. Naturalmente, questo non poteva essere trascurato e Freddie aveva licenziato Paul, il quale non era più suo manager. L’ex compagno del frontman dei Queen, Jim Hutton, aveva parlato della reazione di Freddie di fronte a Paul. Disse: “Il 4 maggio, Freddie fu devastato da un’altra storia su di lui. E così anche io. Il suo vecchio amico, Paul Prenter, lo aveva tradito. I due amanti sarebbero stati Tony Bastin, di Brighton, e John Murphy, un amministratore di linea aerea, morti a causa dell’AIDS nel 1986”.

Inutili scuse

Freddie dopo questo sgarbo non gli parlò mai più. Per i giorni successivi, ogni volta che Paul veniva citato, Freddie si animava e si arrabbiava. Paul Prenter aveva venduto a questo giornale diverse fotografie di Freddie con vari amanti e ciò non gli fece assolutamente una buona reputazione. Freddie fu molto deluso e a nulla valsero le giustificazioni di Paul.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.