gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen: quella volta che Freddie Mercury conquistò Wembley con la sua esibizione di Bohemian Rhapsody (VIDEO)

Coloro che, negli ultimi anni, hanno avuto modo di appassionarsi ai Queen e alla loro musica sanno che la formazione britannica ha realizzato dei concerti di grandissimo livello, in grado di fare sicuramente la storia della musica: tra questi, è stato preso in considerazione il concerto al Live Aid, in maniera pressoché esemplificativa. Eppure, tra i tanti altri concerti di grandissimo livello che sono stati realizzati dalla formazione britannica, va sottolineato anche il Live At Wembley Stadium, uno dei momenti di grandissimo valore della formazione britannica: realizzato a Londra il 12 luglio del 1986, il concerto ha impressionato non poco il pubblico presente, anche grazie alle perle rare regalate da Freddie Mercury in alcune sue esibizioni.

Le canzoni suonate dai Queen a Wembley Stadium nel 1986

Prima di prendere in considerazione la perfetta esibizione di Bohemian Rhapsody al Wembley Stadium realizzata da Freddie Mercury, è opportuno inquadrare quel concerto attraverso i brani che sono stati realizzati, e poi inseriti nel disco registrato dal vivo in quella occasione, poi pubblicato il 2 giugno del 1992. Si tratta delle seguenti canzoni:

  • “One Vision” – 5:50 (Queen)
  • “Tie Your Mother Down” – 3:52 (May)
  • “In the Lap of the Gods…Revisited” – 2:44 (Mercury)
  • “Seven Seas of Rhye” – 1:18 (Mercury)
  • “Tear It Up” – 2:12 (May)
  • “A Kind of Magic” – 8:41 (Taylor)
  • “Under Pressure” – 3:41 (Queen, Bowie)
  • “Another One Bites the Dust” – 4:54 (Deacon)
  • “Who Wants to Live Forever” – 5:16 (May)
  • “I Want to Break Free” – 3:34 (Deacon)
  • “Impromptu” – 2:53 (Queen)
  • “Brighton Rock Solo” – 9:11 (May)
  • “Now I’m Here” – 6:19 (May)
  • “Love of My Life” – 4:47 (Mercury)
  • “Is This the World We Created…?” – 2:58 (Mercury, May)
  • “(You’re So Square) Baby I Don’t Care” – 1:35 (Leiber, Stoller)
  • “Hello Mary Lou (Goodbye Heart)” – 1:51 (Pitney)
  • “Tutti Frutti” – 3:23 (Richard)
  • “Gimme Some Lovin'” – 0:55 (Winwood, Davis, Winwood)
  • “Bohemian Rhapsody” – 5:50 (Mercury)
  • “Hammer to Fall” – 5:32 (May)
  • “Crazy Little Thing Called Love” – 6:27 (Mercury)
  • “Big Spender” – 1:06 (Fields, Coleman)
  • “Radio Ga Ga” – 5:57 (Taylor)
  • “We Will Rock You” – 2:46 (May)
  • “Friends Will Be Friends” – 2:08 (Mercury, Deacon)
  • “We Are the Champions” – 4:05 (Mercury)
    “God Save the Queen” – 1:27 (trad. arr. May)

La bellissima esibizione di Bohemian Rhapsody al Wembley Stadium

Venendo al senso del nostro articolo, di sicuro una delle punte di diamante – di un concerto che può definirsi meraviglioso senza alcuna remora – è stata quella di Bohemian Rhapsody, realizzata attraverso tutto quel trasporto e tutta quella grandissima passione che il leader dei Queen ha sempre inserito all’interno delle sue canzoni. Il brano è stato esibito attraverso la sua solita formula, che ha portato Freddie Mercury a partire direttamente al piano, scegliendo come punto di partenza la seconda sezione della canzone stessa.

A quel punto, il tutto è stato servito ad un pubblico in grado di seguire, parola dopo parola, la formazione britannica, addirittura nell’assolo di Brian May. Uno spettacolo di grandissimo valore che ha estasiato il pubblico al Wembley Stadium e che ha regalato ai Queen uno dei più grandi riconoscimenti della propria carriera. Vi mostriamo la bellissima esibizione di Bohemian Rhapsody al Wembley Stadium attraverso il video che segue.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.