gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, Roger Taylor: “Ecco come Freddie Mercury si comportava nella vita privata”

Di recente, abbiamo avuto modo di osservare come Roger Taylor sia stato al centro di diverse interviste, che l’hanno portato a parlare di Queen, Freddie Mercury e soprattutto di Bohemian Rhapsody, il film sulla vita di Freddie Merciury e sulla carriera dei Queen che ha ottenuto un successo mondiale. Nel parlare di tematiche di questo tipo, il batterista della formazione britannica è andato oltre la classica prospettiva di chi parla del passato e dei grandi successi, immedesimandosi anche in un’ottica rinnovata, quasi innovativa, che l’ha portato a rilasciare dichiarazioni che sono degne della nostra attenzione. In particolar modo, Roger Taylor ha voluto parlare di come Freddie Mercury si comportasse nella vita privata. 

Le dichiarazioni di Roger Taylor su Freddie Mercury e sui Queen

Nel parlare di come Freddie Mercury si comportava nella vita privata, Roger Taylor ha fatto cenno a quanto i membri dei Queen cercassero, in qualsiasi modo, di tenere lontana dalla propria privacy tutta quella vita che apparteneva ai loro personaggi. Ciò accadeva sia per quei membri della band che avevano una famiglia, e che cercavano di isolarsi dal contesto della musica, sia per Freddie Mercury, che si comportava in modo diverso.

A proposito di vita privata, Taylor ha parlato anche del successo che Bohemian Rhapsody ha ottenuto: “Le cattive recensioni tuttavia, indicano che è stato un vero successo. Penso che il pubblico ne sappia molto più dei critici cinematografici e che le parole sui social siano molto più potenti della recensione di un tipo che si guarda 40 film a settimana, e ha probabilmente perso la gioia di vedere una pellicola”.

Roger Taylor e il lavoro di sua figlia Rory

Nel continuare a parlare di Bohemian Rhapsody, Roger Taylor ha ammesso di averlo guardato con sua figlia: “È stato fantastico guardare il biopic Queen dei Bohemian Rhapsody con Rory. Non ho mai parlato molto della band in questi anni. Suppongo che sia sempre stata sullo sfondo della vita dei bambini, quindi il loro interesse è stato saziato. Ma a Rory sembrava piacere. Anche se ha detto che sua madre è furiosa per il fatto che la donna che l’ha interpretata nel film non assomigliasse a lei.” 

Ovviamente, il batterista ha voluto ricordare sua figlia Rory con tutta la gioia e la fierezza che un padre prova, nei confronti di una figlia che si batte in prima linea – da medico – contro l’emergenza Coronavirus: “Come padre con una figlia in prima linea, sono estremamente consapevole del lavoro vitale che svolgono quotidianamente per salvare noi e la nostra società. Il loro coraggio e sacrificio non deve essere pregiudicato da qualcosa di meno che uno sforzo del cento per cento da parte dei nostri governi per proteggerli. Sono preziosi per tutti noi e sono veramente i nostri campioni”.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.