gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen, un chitarrista italiano intrattiene i suoi vicini suonando We Will Rock You

In ore particolarmente difficili per il popolo italiano, che si trova più che mai afflitto dall’emergenza Coronavirus che costringe tutti alla negatività del proprio presente, appaiono come incredibilmente positivi quegli interventi che portano chitarristi, cantanti o semplicemente tutti coloro che hanno la passione per la musica a condividere questa stessa, in un momento in cui è fondamentale cercare qualcosa di positivo e con cui evadere da una situazione di profonda crisi sociale. Per questo motivo, è stato di grande importanza un filmato raccolto e condiviso, che mostra un chitarrista italiano – Marco G. Di Marco – suonare con la sua Red Special We Will Rock You dei Queen. 

Le iniziative musicali nate in risposta al Coronavirus

Nel corso dei giorni e delle diverse settimane, in risposta alla sempre più negativa situazione legata al Coronavirus sono tantissime le iniziative che sono nate, soprattutto attraverso i social. In poche ore è stato possibile assistere a flash mob, canzoni patriottiche cantate dai balconi, hashtag lanciati e challenge da portare avanti attraverso i propri social.

Allo stesso tempo la musica è stata protagonista di alcune sfide tra rapper, di freestyle nati sul tema del COVID-19 e di tanto altro ancora. Tutto, chiaramente, con l’obiettivo di render serena parte di quella realtà che ormai risulta essere oltre modo plagiata, o colpita direttamente, dal virus. Queste iniziative sono spesso state oggetto di polemica e ammirazione, oltre che di tentativi di interruzione, minaccia e tanto altro ancora. Non è un caso, dal momento che ogni situazione porta con sé strascichi di diverso tipo e che fanno, a dire il vero, parte del contesto globale di una situazione inedita e oggettivamente difficile da vivere.

La cover di We Will Rock You suonata a Roma dal balcone

E’ passato poco tempo ma è già diventato celebre il video che vede protagonista Enrico Monti, chitarrista della band death metal italiana Skulld, che ha suonato uno dei più grandi classici degli Slayer, Raining Blood. Una nuova esibizione, avvenuta nel contesto romano ma presto diffusa attraverso i social, è quella che ha visto protagonista Marco G. Di Marco, chitarrista che ha dichiarato di ispirarsi a Brian May e i Queen e che, per allietare il quartiere dove vive, ha deciso di affacciarsi e suonare – grazie alla sua Red Special – We Will Rock You dei Queen.

Il ragazzo ha spiegato le motivazioni del suo gesto: “Durante questo periodo terribile, ogni giorno alle 18:00 tutti gli italiani giocano sul balcone. A Roma, nel mio condominio, abbiamo suonato We Will Rock You ! Un grande abbraccio in tutto il mondo!” Si tratta di un semplice ma significativo atto, in un momento storico particolarmente difficile.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.