gtag('config', 'UA-102787715-1');

Queen: un uomo imita Freddie al Live Aid in quarantena, il video diventa virale

L’emergenza sanitaria dovuta dalla pandemia da COVID-19, attanaglia ormai il mondo intero. Le più grandi Rockstar stanno allietando le giornate dei propri fan attraverso micro-concerti, streaming dal vivo e Q&A; ognuno, a modo suo, cerca di dimostrare vicinanza al prossimo. Esorcizzare le angosce e la monotonia di queste giornate, però, non è solo una prerogativa delle star dello spettacolo. Sul Web continuano a spopolare i video che immortalano flash mob e iniziative casalinghe utili a spezzare la routine. Un irriducibile appassionato dei Queen, ha fornito una testimonianza memorabile della sua creatività, riprendendosi mentre tenta di riprodurre, ironicamente, la leggendaria performance di Freddie Mercury al Live Aid del 1985.

I Frames riprendono l’uomo, la cui identità è rimasta anonima, in piedi sul tetto di casa sua. Utilizza il manico di una scopa come microfono e si esibisce, ovviamente in playback nella celeberrima scena del “day-oh” di Freddie Mercury. Il filmato è stato caricato per la prima volta dalcanale Youtube “Felicity Griffhits”, per poi comparire su Twitter, facendo il giro del mondo. L’esilarante clip, infatti, è diventata virale in pochissimo tempo.

Non è la prima volta che la musica dei Queen viene utilizzata come efficacissimo distrattore contro la quarantena. Il musicista Adrian Grimes ha proposto una divertente cover del classico senza tempo della band di Freddie Mercury, Bohemian Rhapsody, del 1975. L’artista ha raggiunto 3 milioni e mezzo di visualizzazioni dal caricamento, avvenuto il 21 marzo. Grimes ha rivisitato il testo, declamando: “Mama, I just killed a man/ I didn’t stay inside in bed/ I walked past him, now he’s dead”.

Le parole del chitarrista dei Queen riguardo la quarantena

Il mitico chitarrista dei Queen, Brian May, ha più volte dimostrato forte empatia e gratitudine nei confronti dei suoi fan. May sta sfruttando il tempo in quarantena per riflettere su sé stesso e sui tempi d’oro dei Queen, attraverso la sua riuscitissima serie di mini-live su Instagram. Sul suo profilo, l’eroe della sei corde ha dichiarato di credere molto nell’umanità e nel fatto che, il mondo intero, uscirà più forte dalle drammatiche circostanze che lo attanagliano.

“È un momento molto difficile per tutti”, ha detto. “Questa è una tragedia vera e propria, ma ci saranno sempre cose per cui essere grati. Molte persone vivono situazioni ben peggiori di questa. Subiremo molte perdite – ha aggiunto – Io sono anziano, sono un soggetto a rischio; ma non bisogna essere negativi. Arriveranno tempi migliori, passerà anche questo”.

Dopodiché il mitico chitarrista dei Queen ha aggiunto: “Quando la pandemia finirà, avremo imparato una grande lezione di vita. Spero che ognuno di noi la ricorderà. Possiamo lavorare da casa, le macchine, gli aerei possono fermarsi, possiamo depurare l’aria. Improvvisamente, abbiamo spezzato la frenesia che caratterizzava le nostre vite; potremo tornare a respirare. Tutto questo salverà moltissime vite. Nessun animale viene più ucciso per strada e gli ecosistemi stanno tornando ad equilibrarsi”. La visione ottimistica del chitarrista ha, sicuramente, rincuorato i milioni di appassionati che lo seguono via social, nell’auspicio di poter ritornare presto alla propria vita di sempre.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)