gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che Freddie Mercury diventò stilista con Zandra Rhodes

In quanti ricordano la voce inconfondibile di Freddie Mercury, con quel tono baritonale e assolutamente unico i vari falsetti del suo timbro? Praticamente tutti. In pochi invece ricordano il talento grafico di Freddie Mercury tanto che fu proprio lui, secondo le voci e le fonti, il vero creatore e designer del logo. Ancor meno persone conoscono la sua grandissima passione per la moda e per il disegno di moda, peraltro esternata dai suoi abiti sfarzosissimi, soprattutto nei primi anni di carriera con i Queen. Ebbene, Freddie Mercury, come saprete, era una figura artisticamente molto dotata, soprattutto nel disegno.

Diploma in grafica a Londra
Freddie, infatti, era davvero eccellente nel disegno tecnico e in quello artistico, tanto da essersi diplomato nel 1963 a Londra, precisamente all’Ealing College of Art. Fin da giovane si era sentito molto trasportato nel mondo dell’arte londinese e che, in effetti, era estremamente diversa da quella del suo paese d’origine, Zanzibar. Persino la sua fidanzata dell’epoca Mary Austin, e poi grandissima amica del cuore, lavorava nella boutique Biba e si conobbero proprio lì, come testimoniato anche dal biopic Bohemian Rhapsody. Farrokh Bulsara, vero nome di Freddie, era solito passare il tempo disegnando bozzetti di cappotti, pantaloni e abiti vari.

Passione della moda condivisa con Roger Taylor

Come suddetto, il frontman dei Queen era appassionato di moda, ma pochi sanno la curiosità che stiamo per dirvi. Nel 1969, insieme al futuro batterista dei Queen Roger Taylor, il Nostro Freddie prese in gestione insieme a lui un banco al mercato di Kensington. Al tempo, il mercato era pieno di persone appassionate del vintage e Freddie aveva modo di vendere le proprie grafiche e anche qualche abito su misura. Chissà se qualche giovane (o vecchio?) che si aggirava in quel mercato ha veramente comprato qualche bozzetto di Mercury, e quanto costerebbe ora?

L’amicizia tra Freddie Mercury e Zandra Rhodes

Sempre nel 1969, a Londra, la stilista Zandra Rhodes aveva appena 30 anni e stava già aprendo il suo atelier (in realtà una storta di casa-studio) a Paddington (è tutt’ora molto amata e conosciuta. In quella particolarissima location, essa si divertiva a creare abiti bizzarri e pazzeschi, molto colorati e con ispirazioni barocche e hippie al contempo. A chi potevano piacere in effetti? Lo avrete già capito, ovviamente a Freddie Mercury che instaurò con lei un’amicizia molto particolare (entrambi erano un po’ pazzi in realtà). La stilista riceveva le proposte del cantante e in brevissimo tempo lo accontentava.

Gli aneddoti di Mercury e Zandra Rhodes
Rhodes lo ha raccontato in più occasioni: fu veramente molto colpita dal modo di fare del frontman dei Queen. Come darle torto, del resto. In realtà, ci fu un altro elemento che le fece rizzare le orecchie, spinta dalla curiosità di conoscerlo. La prima volta che si incontrarono Zandra ricordò il rumore dei tacchi degli stivali di Freddie e di Brian May appena prima di entrare nello studio. Mercury rimase letteralmente folgorato quando vide a cosa stava lavorando la stilista, ovvero un abito da sposa molto particolare. Freddie le disse che quell’abito con le maniche ampie e plissettate era splendido e ne voleva assolutamente uno. In più, lui la invitò al concerto dei Queen a Earl’s Court.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.