gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta in cui Eddie Van Halen apparve in Ritorno al futuro (VIDEO)

Un artista straordinario come Eddie Van Halen è stato in grado di farsi conoscere andando oltre i confini musicali. Tra i suoi sconfinamenti, va ricordata una sua apparizione in uno dei film più iconici della storia recente del cinema. Infatti, il cameo di Van Halen in Ritorno al futuro è senz’altro un momento tutto da riscoprire e immortalare. Scopriamo insieme alcuni particolari relativi a quell’evento diverso dal solito, nel quale un chitarrista leggendario ha mostrato un altro aspetto della propria personalità.

La capacità di raggiungere alte vette musicali

Il talento di Eddie Van Halen era davvero a tutto tondo. La sua carriera è durata circa mezzo secolo e ci ha consentito di scoprire una classe sopraffina. Nel corso degli anni, l’artista è riuscito a diventare uno dei chitarristi migliori di ogni epoca. Van Halen si è fatto notare grazie alla capacità innata di suonare il proprio strumento con tutte e due le mani sulla sua tastiera, in un virtuosismo tecnico denominato tapping. Eddie si è contraddistinto per brani memorabili come Jump, realizzato alla guida dell’omonima band creata insieme al fratello Alex. Inoltre, l’artista ha saputo farsi notare come solista a più riprese. L’assolo di chitarra di uno straordinario successo di Michael JacksonBeat It, non fa altro che dimostrare una duttilità fuori dal comune.

Ritorno al futuro, un film fantascienza di grande successo

Ogni appassionato di cinema ha visto Ritorno al futuro, almeno una volta nella vita. Si tratta di una pellicola uscita nelle sale nel 1985, diretta da Robert Zemeckis e capace di ospitare nel proprio cast attori del calibro di Michael J. FoxChristopher LloydLea Thompson. In questo film, il protagonista Marty McFly si è anche intrufolato nella stanza di suo padre quando era adolescente, dopo che la sua macchina del tempo speciale lo aveva condotto nel 1955. A quel punto, Marty decise di fare uno scherzo al suo giovane papà mentre stava dormendo, inserendo una cassetta nel suo walkman e facendogli ascoltare le canzoni di un artista qualsiasi. Già, stiamo proprio parlando di Eddie Van Halen.

L’apparizione di Eddie Van Halen in Ritorno al futuro

Ebbene sì, il nastro dato da Marty al suo papà da adolescente aveva un’etichetta con su scritto Edward Van Halen. Non appena George ha iniziato a sentire il brano, ha avvertito un suono di chitarra elettrica all’ennesima potenza, risvegliandosi di soprassalto. In un’intervista risalente al 2012 rilasciata alla rivista TMZ, il chitarrista ha confermato di aver registrato proprio lui quel “mucchio di semplici suoni”, così come li ha definiti lui stesso in prima persona. L’obiettivo di Marty era quello di convincere il padre George di dargli il suo aiuto, indossando una tuta che potesse proteggerlo dalle radiazioni.

Ecco, di seguito, il video che vede Eddie Van Halen protagonista, seppur indiretto, di Ritorno al futuro:

Share

Giornalista pubblicista, blogger, articolista e copywriter, talvolta anche guardia giurata, diplomato al Liceo Linguistico. Appassionato di scrittura, sport, tecnologia e soprattutto musica. Rock'n'Roll prima di tutto, ma spazio tra vari generi e mi piace raccontarli a modo mio. (raffaele-sarnataro@libero.it)