gtag('config', 'UA-102787715-1');

Quella volta che gli Offspring presero in giro Axl Rose

Come sappiamo, il sesto album in studio dei Guns N’Roses, Chinese Democracy, vide la luce tra il 21 e il 23 novembre del 2008 dopo una serie di peripezie non indifferenti che; in ogni caso, gli permisero di ricevere non poca notorietà ancor prima della pubblicazione; vista, soprattutto, la lunghissima gestazione, della durata di oltre quindici anni, a cui fu soggetto. Il disco è, di fatto, il primo album contenente materiale originale della band dal 1991, nonostante l’unico membro fondatore rimasto fosse Axl Rose. Negli anni in cui il disco subiva ampi processi di revisione, la formazione del gruppo mutò drasticamente.

Tant’è, che la scaletta ufficiale dell’album venne pubblicata circa un mese dopo la sua uscita. Sebbene Chinese Democracy non abbia riscosso ampio successo; non raggiungendo la stragrande maggioranza degli hardcore fan dei Guns N’Roses, visto il forte allontanamento dalle sonorità degli anni d’oro della band; alcuni pezzi del brano sono stati proposti spesso dalla band dal vivo e; le loro demo sono state oggetto di non pochi grattacapi tra lo stesso Axl Rose e gli utenti che hanno provato a pubblicarne le tracce prima dell’effettivo rilascio.  La propaganda non risultò sufficiente per portare l’album in alto in termini di vendite. Con poco più di 5 milioni di copie vendute a dispetto delle cifre astronomiche spese per la produzione, Chinese Democracy porta il triste primato di essere l’album più costoso e rimandato nella storia della musica.

Axl Rose si scontra con gli Offspring

Nel 2003, gli Offspring annunciarono che l’album di loro prossima uscita si sarebbe intitolato Chinese Democracy – You Snooze, You Lose. Lo slang, che in inglese sta, sostanzialmente, a significare “chi dorme non piglia pesci”, fu percepito dall’opinione pubblica come una chiara provocazione di Dexter Holland nei confronti di Axl Rose e dei continui ritardi recati all’uscita del disco dei Guns N’Roses.

Dopo un’esibizione del leader dei Guns N’Roses in cui, a detta del frontman degli Offspring, Axl Rose avrebbe copiato il suo stile, Holland ha raccontato di aver scelto di provocare la band e l’unico membro originale rimasto in formazione appropriandosi del titolo del disco.

Tuttavia gli Offspring stessi, accusando la pressione delle costanti minacce di incorrere in feroci azioni legali da parte di Axl Rose; pochi mesi dopo la provocazione, scelsero di arretrare, temendo possibili ritardi nella pubblicazione del loro album; cambiando il titolo in Splinter. Nel 2009,  Dexter Holland rivelò che la band, in realtà, non intendeva rubare il titolo ai Guns N’Roses; ma che la loro intenzione originale fosse di far loro uno scherzo che, a quanto pare, si protrasse di gran lunga oltre le aspettative.

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)