gtag('config', 'UA-102787715-1');

Le canzoni dei Radiohead da ascoltare dopo una rottura

I Radiohead sono una delle band che più hanno influenzato il mondo del rock e della musica. Il loro modo di fare musica è unico e rivoluzionario, a partire dalla struttura dei testi: ritornelli rarissimi, solo strofe, una canzone destrutturata. La loro originalità continua a conquistare il pubblico. Al di là dei meriti musicali, i testi dei Radiohead sono introspettivi, psicologici, indagano sui nostri demoni e ci fanno spesso sentire meno soli. Per questo motivo, la musica dei Radiohead è la scelta ideale per quando abbiamo un problema, un pensiero, un tormento interiore. Abbiamo selezionato quattro canzoni dei Radiohead che sono tra le più adeguate per affrontare le pene d’amore.

True love waits

Il disco A moon shaped pool è incredibilmente intenso ed adeguato sicuramente al tema. In tal senso True love waits è forse la canzone più adatta. Ciò in quanto tratta con una grande semplicità un momento in cui forse il protagonista si sta arrendendo alla solitudine, ma il vero amore forse lo sta solo aspettando.

And true love waits
In haunted attics
And true love lives
On lollipops and crisps.

Let down

Questo pezzo da OK Computer non cita, come il precedente, esplicitamente l’amore. Tuttavia, se siamo reduci da una rottura, è il brano più adeguato. Innanzitutto è uno dei testi più belli dei Radiohead. Ci mostra con una poesia incredibile cosa significa rialzarsi e rinascere, essere in grado di “mettersi le ali” un giorno e volare sopra tutto ciò che ci ferisce.

Bulletproof… I wish I was

È uno dei brani più belli dei Radiohead, ma purtroppo è anche uno dei più sottovalutati. Quante volte avremmo desiderato essere a prova di proiettile? Per non farci scalfire da nulla, soprattutto quando si tratta di una ferita provocata da qualcuno che amiamo. Così questo testo ci tocca profondamente e ci fa sentire compresi.

I wish that I was bullet proof
Wax me, mould me
Heat the pins and stab them in
You have turned me into this
Just wish that it was bullet proof,
was bullet proof.

Pulk/Pull Revolving Doors

La metafora della porta la conosciamo tutti. ‘Si chiude una porta e si apre un portone’, diciamo spesso. Questo brano non è così banale, ma ci mette di fronte a delle porte ed alle loro possibilità. E conclude dicendo che ci sono porte dalle quali non puoi più rientrare. Quando abbiamo il cuore spezzato, avere consapevolezza di questo è forse la prima cosa da fare. E la musica è la nostra migliore amica quando si tratta di queste cose, così questo brano può aiutarci.

Share

Laureata in Lettere moderne ed in Filologia moderna. Siciliana doc, docente, copywriter. Ha pubblicato un saggio dal titolo "Dietro lo specchio, Oscar Wilde e l'estetica del quotidiano" e scrive per diversi siti di divulgazione culturale. Ama la letteratura, il cinema, il teatro, l'arte e naturalmente la musica (ha studiato teatro musical per quattro anni), in particolare il rock, il symphonic metal, il cantautorato italiano e i musical.