gtag('config', 'UA-102787715-1');

Rolling Stones: Ecco perché sono la Rock Band per eccellenza

I Rolling Stones sono tra i capostipiti della storia del Rock. La loro discografia li ha resi eterni, attraverso classici senza tempo capaci di trascendere le epoche. La band è semplicemente immortale e, per molti versi, è considerabile come il gruppo Rock per eccellenza. L’apporto dei Rolling Stones sul panorama musicale moderno è dei più profondi e, ancora oggi, riescono ad appassionare e a spronare migliaia di giovani ad imbracciare uno strumento. Ciò che i Rolling Stones hanno fatto ed il modo con cui hanno scolpito il proprio nome nella leggenda, non si rifà ad avanguardie particolari o ad istrionismi eccessivi.

La magia dei Rolling Stones, infatti, si compone degli straordinari silenzi con cui hanno adornato la loro opera. Se i Rolling Stones sono la Rock Band per eccellenza è, sicuramente, per la loro attitudine innata a riempire gli spazi musicali al momento giusto e nel migliore dei modi. Il prestigio dell’opera dei Rolling Stones non affonda le radici esclusivamente nel carisma esplosivo dimostrato da ogni singolo membro sul palco o nell’elevata caratura delle melodie.

Lo studio meticoloso degli spazi musicali fu la principale prerogativa di Keith Richards che, in diverse occasioni, dichiarò che il suo intento fosse di suonare due chitarre contemporaneamente; una con le dita e l’altra nella sua mente. Le asserzioni di Richards si sono rivelate oltre modo corrette attraverso l’indelebilità di alcune delle loro più grandi hit; composte da pochi accordi e lunghe pause. Ciò che Keith cercava di esprimere, infatti, era che la sua chitarra “mentale” gli permettesse di comprendere a pieno quali fossero gli spazi da sintetizzare e quali quelli da sfruttare a pieno.

I Rolling Stones sono la Rock Band per eccellenza grazie al batterista

Il titolo potrebbe far storcere il naso a moltissimi appassionati di musica. Charlie Watts, infatti, è stato per lungo tempo considerato tanto fortunato quanto Ringo Starr a militare nei Beatles. Per quanto il suo stile sia particolarmente minimale, il batterista dei Rolling Stones ha contribuito ampiamente al prestigio della band attraverso le pause e i colpi mancati di cui si compone il suo playing. Charlie Watts è riuscito ad amalgamare il sound degli Stones attraverso il silenzio, creando una coesione straordinaria tra i membri della band. In diverse occasioni, Mick Jagger ha rivelato che, a suo avviso, Watts sia il miglior batterista che la band potesse chiedere, vista la sua attitudine Blues.

I Rolling Stones possono essere identificati come la Rock Band per eccellenza grazie al legame che intercorre tra loro dentro e fuori dal palco e che gli permette di sentirsi uniti in maniera particolare dal vivo, rendendo i propri brani impeccabili. Il gruppo di Sticky Fingers è riuscito a rivoluzionare la società statunitense negli anni d’oro del Rock nonostante provenisse dalla Gran Bretagna. I Rolling Stones hanno abbattuto le barriere razziali che osteggiavano l’industria musicale negli Stati Uniti, portando il Blues in vetta alle classifiche mainstream. L’opera dei Rolling Stones rimarrà eterna, rendendoli degni dell’accezione di Rock Band per eccellenza.

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)