gtag('config', 'UA-102787715-1');

Rolling Stones, Keith Richards: “Che cosa ho pensato quando Mick Jagger si è ammalato”

I recenti problemi fisici che hanno interessato alcune rockstar come Ozzy Osbourne e, soprattutto, Mick Jagger, hanno dimostrato che nonostante possono apparire come delle entità immortali, anche le rockstar possono subire guai e problemi fisici di ogni natura. In particolar modo, il leader dei Rolling Stones ha subito un intervento chirurgico al cuore, che ha preoccupato non poco i fan della formazione britannica. Tuttavia, i membri della formazione non si sono mai preoccupati davvero di quale potesse essere lo stato di salute di Mick Jagger, dal momento che tutti sapevano perfettamente che si sarebbe ripreso e non hanno mai avuto alcun tipo di preoccupazione in merito. A proposito, ha parlato in una nuova intervista con il Toronto Sun, un altro grandissimo leader dei Rolling Stone: Keith Richards. Ecco tutto ciò che ha dichiarato il britannico nella sua nuova intervista.

Le dichiarazioni di Keith Richards su Mick Jagger

Conoscere il proprio compagno di band vuol dire, anche, conoscere il suo stato di salute, il suo modo di affrontare le cose, la sua reazione a quelli che potrebbero essere definiti come eventi negativi. Per questo motivo, Keith Richards ha dichiarato di non aver mai temuto per la salute del suo compagno di band e leader dei Rolling Stones, Mick Jagger. Il rapporto di amore-odio tra i due è stato fondamentale negli anni, e due si sono conosciuti al punto da portare il britannico a non temere mai per la salute di Mick Jagger, anche quando egli stesso è stato operato per un problema cardiaco.

In una nuova intervista al Toronto Sun, Keith Richards ha dichiarato di non essersi mai preoccupato davvero per Mick Jagger: non tanto perché non avessi a cuore lo stato di salute del suo compagno di belle, ma perché era consapevole del fatto che avrebbe superato tutto nel migliore dei modi. Ecco quali sono state le sue dichiarazioni in merito, specificando anche che l’intervento sia risolto nel migliore dei modi e che lo stesso Jagger, parlando alla stazione radio Q107, ha spiegato che tutto è tornato alla normalità è che il grande desiderio è quello di esibirsi e tornare sui palchi con tutto il trasporto è tutta la passione possibile che alimenta la vita della Rockstar: “Tutti ci dicevamo: Oh, Mick migliorerà presto. Non avevamo dubbi che sarebbe tornato in forma e abbiamo aspettato. E, no, non è stato un campanello d’allarme per il resto della band

Il racconto di Keith Richards sulla sua carriera

Nell’ambito della stessa intervista, Keith Richards ha avuto l’opportunità anche di parlare della sua carriera da solista e dei Rolling Stones. Rispettivamente, ecco che cosa ha dichiarato il britannico circa i due argomenti in questione:Spendere il mio tempo con gli X-Pensive Winos mi ha fatto apprezzare molto di più ciò che Mick deve fare e ciò che un frontman deve fare. Quindi sì, vivi e impari

E ancora: “Ci sentiamo bene. E amiamo quello che facciamo. Non c’è motivo di smettere davvero. Lo adoro. Non vedo l’ora di farlo

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.