gtag('config', 'UA-102787715-1');

Slash, quella volta in cui divenne il “padrino” del rock (VIDEO)

Una delle esibizioni che ha maggiormente stupito i fan dei Guns n’ Roses nell’ambito della loro storia è sempre stata quella di Slash, celebre chitarrista della band, che si è spesso esibito in una cover rappresentativa della colonna sonora del Padrino. Si tratta di un brano molto celebre e importante all’interno della tradizione cinematografica e popolare, e che ha acquisito grandissimo valore anche in virtù delle sue numerose cover, tra cui non manca quella di Slash. Vogliamo parlargli di quella volta, o meglio, di quelle numerosissime volte in cui Slash è divenuto Il padrino del rock, attraverso un’esibizione piuttosto apprezzata e amata della colonna sonora del Padrino, nell’ambito dei suoi concerti dal vivo.

La colonna sonora del Padrino

Prima di prendere in considerazione le numerose esibizioni di Slash nell’ambito della colonna sonora del Padrino, vogliamo sottolineare quale sia la storia di questa stessa, più nello specifico della canzone popolare che risulta essere maggiormente affiancata alla colonna sonora della Trilogia. Stiamo parlando di Speak Softly, Love, canzone pubblicate nel 1972 e realizzate sulla base delle musiche di Nino Rota e sui testi di Larry Kusik.

Il brano è stato introdotto, in forma strumentale, all’interno del primo film della Trilogia del padrino, e successivamente ha visto numerose interpretazioni con la voce di Andy Williams, che ha permesso di rendere il brano ancor più celebre, tanto da raggiungere la 34a posizione all’interno della classifica relativa ai 100 migliori singoli venduti negli Stati Uniti. Successivamente, il brano è stato inserito, in virtù del suo successo e della sua iconicità, anche all’interno del secondo e terzo film del Padrino, ed è stato nominato, nel 1973, all’Oscar per la migliore colonna sonora originale, per poi essere squalificato quando l’Academy Awards ha appreso che ruota aveva usato una versione più comica della canzone all’interno del film fortunella, rendendo, di fatto, il brano non originale.

L’esibizione della colonna sonora del Padrino da parte di Slash

A questo punto, possiamo considerare l’esibizione della colonna sonora del Padrino avvenuta da parte di Slash. Il chitarrista dei Guns n’ Roses si è esibito in più occasioni nell’esibizione dello stesso brano, ma una delle esibizioni più iconiche ed emblematiche della sua carriera resta quella avvenuta all’interno del Firenze Rocks. In quell’occasione, il chitarrista è stato in grado di creare il vero e proprio delirio tra la folla, vogliosa di ascoltare la canzone in questione. Di seguito, vi riportiamo una delle esibizioni più iconiche da parte di Slash.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.