Syd Barrett: l’incredibile eredità lasciata dal fondatore dei Pink Floyd

Syd Barrett è stato, senza dubbio, una delle personalità più significative nella storia della musica, così come significativo è stato il suo grande contributo artistico, che ha portato alla nascita dei Pink Floyd e ad un lascito artistico di incredibile livello. In una vita dominata dall’insanità, dai problemi mentali, da quella continua ambiguità che c’è stata tra malattia mentale e genialità, il britannico è riuscito a donare ai suoi posteri uno dei doni artistici più importanti di sempre: i Pink Floyd. A seguito della sua morte, Syd Barrett ha lasciato un’eredità che è stata oggetto di definizioni e ridefinizioni: ecco qual è stato l’incredibile lascito del fondatore dei Pink Floyd.

L’ultimo incontro tra Syd Barrett e la stampa

Una delle ultime testimonianze di Syd Barrett, avvenuta dal punto di vista chiaramente giornalistico, c’è stata a seguito di una ricerca incredibile da parte di due giornalisti, che hanno cercato di ottenere tutti i possibili elementi attraverso l’incontro con l’ex coinquilino del fondatore dei Pink Floyd. I due, che hanno condiviso la stessa abitazione ai tempi di The Madcap Laughs, hanno avuto modo di condividere anche quella serie di comportamenti di Syd, che sono stati sottolineati come sintomo di una pazzia che l’aveva portato ad essere allontanato dai Pink Floyd.

Alla fine, dopo una lunghissima ricerca, Syd Barrett è stato trovato a Cambridge, in un’abitazione e insieme alla sorella, che lo accudiva. Con il pretesto di restituirgli la vecchia biancheria che credeva aver perso, i due giornalisti hanno tentato di fare qualche domanda al cantante che, però, è sembrato restio ad ogni risposta, avvertendo tensione e non volendosi mostrare nel suo stato. Come hanno dichiarato: detta della sorella, ancora soffriva di quella “malattia alla mente” che l’aveva portato ad allontanarsi dai Pink Floyd.

L’eredità lasciata da Syd Barrett ai suoi familiari

A seguito della sua morte, è stato evidenziato il grande contributo economico lasciato da Syd Barrett in eredità. Dal momento che il cantante era impossibilitato, il testamento è stato quasi interamente realizzato dalla sua famiglia, che ha seguito le indicazioni del fondatore dei Pink Floyd. Se in un primo momento si pensava che l’eredità fosse stata di quasi due milioni di euro (per l’esattezza, 1.838.000 euro), dopo qualche mese dalla morte di Barrett si è scoperto che un’ulteriore proprietà ha portato l’eredità ad assumere un valore totale di 2.500.000 euro. 

Il denaro è stato suddiviso tra i familiari di Syd, anche se in modo non propriamente equo, seguendo le indicazioni del fondatore dei Pink Floyd: 625.000 euro a suo fratello Alan e 404.000 euro a Rosemary Breen, Ruth Brown e Donald Barrett, gli altri tre membri della sua famiglia. “Il suo primo amore era l’arte e lui si è sempre considerato più un artista che un musicista. Speriamo di usare i soldi per costituire delle borse di studio locali per studenti d’arte”, ha dichiarato sua sorella in merito.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.