gtag('config', 'UA-102787715-1');

Beatles: rivelate le lettere in cui Linda McCartney parla di Paul

Il matrimonio tra la stella dei Beatles, Paul McCartney e sua moglie, Linda Eastman, rimane una delle relazioni amorose più emblematiche nella storia della musica. L’alone fiabesco che accompagnò i due nel corso del loro rapporto, non fece altro che crescere nel corso di un trentennio. Riemergono, ad oggi, una serie di lettere scritte da Linda, risalenti agli anni ’60, in cui la giovane esprime la sua eccitazione nel frequentarsi con Paul e quanto sia presa dall’essere la fotografa personale dei Beatles.

Nel giugno del 1967, mesi dopo l’inizio della storia tra Linda e McCartney, la ragazza fotocopiò l’articolo di una rivista americana di gossip sui Beatles in cui, le venne dedicata una frase che recitava: “Paul McCartney dei Beatles ha una nuova ragazza preferita; pare che sia una giovane fotografa statunitense”. Linda sottolineò il passaggio in cui parlavano di lei e lo spedì ad un amico con una nota sul retro: “Credo tu possa farti una grassa risata leggendo l’ammontare di fandonie che inventano i giornali solo per fare scoop. Questa è solo una piccola prova di quanto la stampa sia veritiera in realtà”.

L’amico in questione era Miki Anthony che, più tardi, rilascerà un’intervista per The Observer nella quale racconterà nei particolari il primo incontro tra Linda e Paul. “Quando mi arrivò la lettera con il ritaglio di giornale, ero sicuro al 100% che la stampa non si fosse inventata nulla. La sera in cui Paul e Linda uscirono insieme, lei venne a dormire da me a Londra e, durante la notte mi disse di essere uscita con uno dei Beatles. Linda aggiunse che la serata era stata stupenda e che, all’indomani, la giovane corse a comprare un coniglio bianco da regalare a Paul perché li adorava. Quella stessa sera, McCartney le propose un altro appuntamento. Il resto è storia”.

Miki Antony e i Beatles: L’importanza di Linda nella vita di Paul

In passato, Paul ha raccontato della sua storia con Linda, spiegando che l’attrazione tra i due fu reciproca ed istantanea. McCartney ha aggiunto di aver pianto per un anno da quanto fosse distrutto dopo la morte della moglie, nel 1998, a solo 56 anni; vittima di un cancro. Negli anni, Antony ha venduto un cospicuo numero di copie come autore, cantante e produttore. L’uomo, ha trovato le lettere nel corso di un trasloco e le ha proposte in vendita insieme ad un autografo di Linda alla casa d’aste Chiswick Auctions di Londra per il 29 gennaio.

Il professor Kenneth Womack, esperto della storia dei Beatles, spiega come questa serie di missive delineino perfettamente i tratti caratteriali di Linda. A partire dalla sua riservatezza, altamente denotabile nella prima fase di “rifiuto” in cui, la donna, nega di avere rapporti con Paul McCartney, fino ad arrivare all’apice dei complessi che hanno reso questa relazione tanto iconica per quasi 30 anni.

Antony è diventato amico di Linda nel 1965. Lei frequentava l’università dell’ Arizona a cui, il giovane, fece visita. “Linda era davvero una buon’amica, siamo stati molto legati per un anno e mezzo prima che, ovviamente, non avesse cominciato a dare priorità al suo lavoro e al mondo dei Beatles” .

In una delle lettere, Linda scrive: “Ho deciso di lasciare il mio lavoro al Town & Country Magazine e di cominciare da Freelance. Sto fotografando molti gruppi della scena inglese e le riviste giovanili pagano bene per i miei scatti. Sono davvero felice di conoscere i miei idoli e di capire come si comportino al di la del palco, nella vita reale. Non avrei mai detto, ad esempio, che Mick Jagger potesse essere una persona tanto cattiva, è terribile e non si direbbe assolutamente”. Alcuni degli scatti migliori di Linda sono esposti al museo d’arte di Kelvingrow, a Glasgow. La mostra è curata, tra gli altri, da Paul McCartney.

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)