gtag('config', 'UA-102787715-1');

The Police: Ecco perché si sono sciolti

I Police si formarono a Londra nel 1977. La band, la cui opera è sempre gravitata attorno alla figura particolarmente carismatica del suo frontman, Gordon Matthew Sumner, in arte Sting, ha scritto alcune delle pagine più importanti nella storia della musica contemporanea. I Police raggiunsero il successo internazionale con Andy Summers alla chitarra, Stewart Copeland alla batteria e Sting alla voce e al basso. I Police conobbero il picco della loro fama tra la fine degli anni ’70 e l’inizio del decennio successivo. Da molti considerati come i principali fautori della seconda British Invasion degli anni ’80, i Police sono stati il primo gruppo a raggiungere il successo mainstream con le sonorità new wave che proponevano.

Lo stile della band, infatti, affonda le radici in una commistione di generi particolarmente variegata, capace di toccare le sponde del Rock, del Reggae e del Jazz contemporaneamente; tessendo atmosfere eclettiche. I Police si sono sciolti nel 1986, lasciando i milioni di fan che avevano raccolto intorno al mondo con l’amaro in bocca, fino al loro ritorno sulle scene nel 2007. In quest’articolo, scopriremo il motivo per il quale i Police si sono sciolti.

Perché i Police si sono sciolti?

I Police hanno consacrato il proprio nome all’eternità attraverso le pietre miliari dal raro splendore che compongono la loro straordinaria carriera. Nel corso degli anni, la band di Sting ha regalato al mondo brani stupendi, attraverso i quali hanno conquistato una miriade di prestigiosissimi riconoscimenti. L’ultimo album dei Police, Synchronicity, viene ritenuto da molti il capolavoro assoluto della band. Pubblicato nel 1983, il disco contiene brani dalla caratura elevatissima, come la celeberrima Every Breath You Take, tra le altre. In quel periodo, i Police dominavano il mondo, essendo considerati all’unanimità il più grande gruppo Rock sulle scene.

Synchronicity rimase in vetta alla Billboard 200 per ben 17 settimane; arrivando a spodestare Thriller di Michael Jackson dal podio. Quando la band si esibì allo Shea Stadium di New York davanti a 70 mila persone, il 18 agosto del 1983, la band comprese pienamente il suo impatto sul panorama musicale in cui era immersa. A dispetto di queste premesse a dir poco impressionanti, il successo travolgente riscosso dai Police finì per mandarli allo sbaraglio, amplificando le tensioni interne al gruppo.

I Police decisero di separarsi alla fine del concerto che tennero a Melbourne il 4 marzo del 1984; con ogni membro intento ad intraprendere un percorso solista. Nel 1986, il gruppo sembrò tornare insieme, partecipando a tre concerti organizzati da Amnesty International. Le tensioni, però, finirono per intensificarsi ulteriormente, distruggendo in via definitiva il futuro dei Police.  Dopo aver aperto la serata dei Grammy nel 2007, annunciando il loro ritorno, i Police tornarono insieme sui palchi sporadicamente, tenendo il loro ultimo concerto il 7 agosto del 2008 al Madison Square Garden, al termine del quale annunciarono ufficialmente il loro scioglimento definitivo.

 

 

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal.