gtag('config', 'UA-102787715-1');

Tom Morello: I 5 album Heavy Metal preferiti dal chitarrista

Tom Morello è, ormai da anni, uno dei chitarristi più influenti sul panorama musicale; nonché uno dei migliori di tutti i tempi. Il leggendario chitarrista, dei Rage Against The Machine e degli Audioslave è famoso per il suo stile assolutamente visionario, attraverso il quale è riuscito a spingere la chitarra oltre i suoi limiti. I riff su cui Tom Morello ha messo la firma sono alcuni dei più iconici nella storia della musica contemporanea. Il formidabile chitarrista ha, più volte, mostrato di avere capacità tecniche e compositive innate, che l’hanno reso un virtuoso assoluto dello strumento.

Il playing di Tom Morello è dei più evocativi e, tra i pochi ad essere riconoscibili sin dalle prime note. I riff di Tom Morello, così come i suoi assoli presentano alcuni particolari unici, attraverso i quali Morello è riuscito ad imprimere il suo nome nella leggenda. Nel corso di oltre vent’anni di successi nell’industria musicale, Morello si è affermato come una vera e propria istituzione per gli artisti della nuova lena. In quest’articolo, abbiamo deciso di scavare nelle influenze che hanno reso Tom Morello uno dei migliori chitarristi di sempre, elencando alcuni di quelli che, per lui, sono stati i migliori album Heavy Metal di sempre e che considera i suoi preferiti.

 Gli album Heavy Metal preferiti da Tom Morello

Nel corso di un’intervista rilasciata per Music Radar, il leggendario chitarrista dei Rage Against The Machine ha rivelato quali fossero alcuni dei suoi album Heavy Metal preferiti. In quest’articolo, riportiamo le sue parole su alcuni dei dischi che hanno segnato maggiormente il suo iconico stile. Tom Morello ha esordito parlando di Strangers In The Night degli UFO. Un album che Morello ha definito poco convenzionale e che ha esercitato una fortissima influenza sul suo playing. In particolare, Morello ha detto che, in Strangers In The Night, percepisce alla perfezione lo sforzo di Michael Schenker per creare uno dei migliori doppi album di sempre. Tom Morello ha identificato nel brano Lights Out uno di quelli a cui si è più ispirato.

Andando avanti con il colloquio, Tom Morello ha citato dischi come Sabbath Bloody Sabbath del 1973 ed il leggendario album di debutto dei Motley Crue; Too Fast For Love del 1982. Piece Of Mind degli Iron Maiden, uscito l’anno successivo, è uno dei dischi che ha spinto Morello ad approfondire lo studio dello strumento. Dopodiché Tom Morello ha riconosciuto ai Tool di aver composto uno dei suoi album Heavy Metal preferiti.

Il chitarrista, infatti, ha tessuto le lodi di Undertow, del 1993, spiegando di essersi sentito onorato di aver presenziato durante le sessioni d’incisione del disco. Andando avanti, Tom Morello ha parlato del self-titled dei Van Halen risalente al 1978, rivelando che, per lui, ascoltare quell’album fosse una scarica di energia allo stato puro, aggiungendo che, la chitarra di Eddie avesse definitivamente rivoluzionato la scena musicale dei suoi anni, influenzandolo in maniera particolare.

 

 

 

 

 

Share

Claudio Pezzella, studente in culture digitali e della comunicazione. Appassionato dell'arte in tutte le sue sfumature,alla costante scoperta di nuove frontiere culturali. Chitarrista e compositore polistrumentista impegnato in progetti progressive metal. (Email:claudio190901@gmail.com)