Travelling Wilsburys: il disco nato dalla collaborazione di cinque leggende del rock

Forse non tutti conoscono la storia dei Travelling Wilsburys, una band nata dall’unione di cinque leggende del rock e che ha creato un qualcosa di assolutamente atipico nella storia del genere. Per capire tutto nei dettagli, c’è bisogno di partire da quella definizione basica che si dà di supergruppo: non un un’unione tra elementi e artisti appartenenti a formazioni differenti ma, nella visione popolare, un progetto che speso tende a limitare o annullare le prestazione artistiche dei singoli elementi. Eppure, il progetto di cui vi parliamo è stato in grado di andare oltre ciò, affermandosi come un prodotto di grandissimo livello.

La crisi artistica di Bob Dylan e l’aiuto di George Harrison

Il contesto in cui il supergruppo formato da Bob Dylan, George Harrison, Tom Petty, Jeff Lyne e Roy Orbison si sviluppò fu quello della crisi di ideali: Bob Dylan veniva da un momento artisticamente difficile, segnato dalla pubblicazione degli album della “svolta cristiana” che sembravano aver sconvolto definitivamente la carriera dello statunitense, così come George Harrison che, dopo lo scioglimento dei Beatles, diede vita a un numero minore di progetti.

L’ex Beatle chiamò Bob Dylan per sapere se il suo studio casalingo fosse disponibile per una session. Allo stesso tempo, ai due si aggiunse un terzo artista in crisi, Roy Orbison, che venne apertamente indicato dal suo manager Jeff Lynne, produttore dell’ultimo lavoro dei Beatles. 

Il progetto Travelling Wilsburys e gli album pubblicati

A partire dalla collaborazione tra Bob Dylan e George Harrison è stato, gradualmente, costruito l’intero supergruppo che ha inglobato cinque leggende del rock, accomunate dalla lontananza dai palchi, dal passato brillante gradualmente avvicinatosi al declino e dalla grande carriera: Bob Dylan, George Harrison, Tom Petty, Jeff Lyne e Roy Orbison. Benchè osteggiati da parte della critica, che bollò il progetto come vecchio in partenza e i cinque come dinosauri del rock, i Travelling Wilsburys si affermarono come un progetto tutt’altro che irrilevante negli anni ’80.

Il risultato, Travelling Wilsburys Vol. 1, fu incredibilmente importante: riuscire ad accomunare cinque anime che di base potevano sembrare come antitetiche e che, senza l’esigenza di un progetto a lungo termine o studiato a tavolino, crearono un progetto ritenuto miracoloso e a cui fece seguito – due anni dopo – Travelling Wilsburys Vol. 3.

Share

Studente e amante del rock 'n' roll in tutte le sue definizioni. Esperto articolista specializzato in diverse testate di attualità e news. Abile nello spaziare - nell'ambito del rock - tra notizie di attualità, curiosità e aneddoti (riguardanti band, artisti, album o singole canzoni) fino a classifiche di vario genere.