Whole Lotta Love: storia di un capolavoro

Prendete un giovane chitarrista appassionato di rock. Mettetelo di fronte ad uno specchio e alla foto di Jimmy Page e chiedetegli: “hai mai provato a suonare il  riff di chitarra di Whole Lotta Love?”. La risposta è ovviamente sì. Vediamo la storia di questo straordinario pezzo dal sound inconfondibile e un riff incredibile (qualcuno lo definisce il migliore della storia, ne abbiamo parlato qui).

Plagio?

Ebbene sì, una delle caratteristiche di questo brano è la sua somiglianza con un altro pezzo. Il riff di chitarra è davvero molto somigliante ad una canzone di Muddy Waters del 1962 intitolata You Need Love. Muddy Waters era un grandissimo bluesman e aveva scritto You Need Love per un altro artista blues, Willie Dixon. Quando il brano balzò nelle prime posizioni di tutto il mondo, iniziarono le critiche per la somiglianza.

Plant rispose che quel riff di chitarra era solamente di Page ed era qualcosa di incredibilmente perfetto. Non ha negato, come facevano molti gruppi del tempo, che la band si fosse molto ispirataWaters, prendendo in analisi anche il testo del brano stesso. Ci fu un processo contro i Led Zeppelin i quali risarcirono Willie Dixon anche se tutti i diritti d’autore di Whole Lotta Love rimasero a Plant e co.

Ispirazione rockabilly

Page era un grande appassionato di musica rockabilly e nell’estate del 1968 se ne stava su una piccola casa galleggiante sul Tamigi a sperimentare e suonicchiare. Iniziò così, totalmente improvvisando, a provare un riff di chitarra di stampo, per l’appunto, rockabilly. Il riff gli venne per caso e subito capì che stava facendo le cose per bene.

Il riff era molto ritmato e solido e poteva tranquillamente essere la base di un pezzo. Non necessitava chissà quali lavori di post-produzione o di particolari aggiunte. Il tempo di registrazione e di completamento del brano fu però lungo e travagliato e durò un anno, dovuto soprattutto al desiderio quasi maniacale di ricerca gli assoli perfetti per questa nuova canzone. E la questione voce? Ci fu un errore fortuito e lo studio di registrazione aveva per sbaglio distorto la voce di Plant. Ma alla band piacque e così rimase, dando a tutto il brano un particolare riverbero. Nacque così Whole Lotta Love.

Share

Mi reputo da sempre un appassionato di rock (soprattutto inglese, son cresciuto con il Britrock) e sono un po' il carnivoro che si scaglia contro i vegani (la nuova musica pop dei giorni nostri). Scherzo, sono solo sarcastico.